Casazza ReportCulturesocietà

GIALLO AL CIMITERO MAGGIORE di Paola Varalli: un incrocio al femminile tra La strana coppia” e “Attenti a quei due”

(continua dopo la pubblicità)

In “Giallo al Cimitero Maggiore” di Paola Varalli, ,la nuova inchiesta della “premiata ditta” si inoltra  impunemente, ma in modo felice, nel terreno dell’umorismo nero, proponendo una vicenda torbida e misteriosa, con finale a sorpresa, che coinvolge cari estinti e servizi funebri.

paola varalli

La commedia brillante gialla è un genere difficilissimo. Prima di tutto perché le storie poliziesche hanno un forte e irriducibile risvolto drammatico che mal si concilia con la levità e il garbato senso dell’umorismo  che sono il sale della commedia brillante. 

C’è poi la difficoltà intrinseca di questo genere: se, com’è noto, far ridere è molto più arduo che far piangere, far sorridere con gusto e intelligenza lo è addirittura di più.
Naturalmente, poiché di giallo continua a trattarsi, resta l’ostacolo di dover soddisfare il requisito fondamentale di offrire al lettore una credibile e interessante storia criminale.

Paola Varalli, architetto dalla penna al curaro

Paola Varalli, autrice varesotta trapiantata a Milano, architetto dai poliedrici interessi – tra cui una facilità a dir poco straordinaria a sciorinare “palindromi” -ha oramai da tempo vinto la scommessa mettendo in scena nei suoi romanzi le cosiddette “squinzie”, Anita Valli e Mirella Bonatti.

Per chi non lo sapesse, “squinzia” è un termine dispregiativo del gergo milanese poi assurto a connotazione di costume universale,  al punto che il vocabolario Treccani lo registra sotto questa definizione: “ragazza smorfiosa, pretenziosa e civetta”.
Tutto un programma, visto che Valli e Bonetti, l’una restauratrice e l’altra architetto proprio “ragazze” non sono, anche se, non stentano loro stesse ad ammetterlo, parecchio “squinzie”  in chiave autoironica secondo la definizione treccaniana sì.

Ecco dunque un altro elemento di complicazione: a reggere l’impianto dei “gialli brillanti” della Varalli sono due donne, laddove, anche questo si sa, il femminile, per ingiusto storico pregiudizio, stenta a decollare nel registro umoristico.

blank
I libri di Paola Varalli

Umorismo nero e servizi funebri

Valli e Bonetti rimandano, giusto per alzare ancora l’asticella,  a due modelli teatrali e cinematografici molto famosi: “la strana coppia” di Jack Lemmond/Walter Matthau, e “attenti a quei due” di Tony Curtis/Roger Moore.

Infatti le “squinzie” convivono, tutto sommato felicemente ma con i sempiterni problemi della convivenza, sotto lo stesso tetto come Felix Hungar e Oscar Madison e hanno il vizio di impicciarsi da non professioniste di faccende pericolose a sfondo criminale come Daniel Wilde e Brett Sinclair.

Ne esce un cocktail in cui le due investigatrici per caso finiscono per occuparsi di inchieste spinose, mettendoci dentro, oltre che un’acume e una tenacia da  poliziotte di razza, una capacità di guardare alle cose della vita, la loro e quella degli altri, con accattivante ma pungente bonarietà di filosofe disincantate.

(continua dopo la pubblicità)

In Giallo al Cimitero Maggiore, Fratelli Frilli, come indica il titolo, si raggiunge il diapason di questo taglio narrativo.
La nuova inchiesta della “premiata ditta” si inoltra infatti impunemente, ma in modo felice, nel terreno dell’umorismo nero o del noir umoristico che dir si voglia, proponendo una vicenda torbida e misteriosa, con finale a sorpresa, che coinvolge cari estinti e servizi funebri.

Poiché si scorrono le pagine divertendosi e invogliati a scoprire dove si andrà a parare, la lettura è vivamente consigliata.

Rino Casazza 

Guarda gli ultimi libri di Rino Casazza – QUI

I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si è trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora al Teatro alla Scala Di Milano. Ha pubblicato un numero imprecisabile di racconti e 15 romanzi che svariano in tutti i filoni della narrativa di genere, tra cui diversi apocrifi in cui rivivono come protagonisti, in coppia, alcuni dei grandi detective della letteratura poliziesca. Il più recente è "Sherlock Holmes tra ladri e reverendi", uscito in edicola nella collana “I gialli di Crimen” e in ebook per Algama. In collaborazione con Daniele Cambiaso, ha pubblicato Nora una donna, Eclissi edizioni, 2015, La logica del burattinaio, Edizioni della Goccia, 2016, L’angelo di Caporetto, 2017, uscito in allegato al Giornale nella collana "Romanzi storici", e il libro per ragazzi Lara e il diario nascosto, Fratelli Frilli, 2018. Nel settembre 2021, è uscito "Apparizioni pericolose", edizioni Golem. In collaborazione con Fiorella Borin ha pubblicato tre racconti tra il noir e il giallo: Onore al Dio Sobek, Algama 2020, Il cuore della dark lady, 2020, e lo Smembratore dell'Adda, 2021, entrambi per Delos Digital Ne Il serial killer sbagliato, Algama, 2020 ha riproposto, con una soluzione alternativa a quella storica, il caso del "Mostro di Sarzana, mentre nel fantathriller Al tempo del Mostro, Algama 2020, ha raccontato quello del "Mostro di Firenze". A novembre 2020, è uscito, per Algama, il thriller Quelle notti sadiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie