Bar Sportsocietà

La profezia di Corvino, tra i migliori calciofili in Italia: Vlahovic con Allegri crescerà. De Ligt e il suo futuro

E' un'annata di transizione per la Juventus, l'importante è arrivare quarti e pensare al domani

(continua dopo la pubblicità)

 

Dusan Vlahovic? È un attaccante completo, ma ha solo 22 anni. Gli manca ancora un pizzico di esperienza internazionale che acquisterà giocando. Non avrà problemi, in Champions League ha segnato dopo 32 secondi. Sono certo che con un vincente come mister Allegri concluderà il suo percorso di crescita”.

Così parlò, di una delle sue (tante e Rock) scoperte calcistiche, Pantaleo Corvino (uno dei migliori calciofili italiani), attuale direttore generale del Lecce, team militante in serie B e destinato a salire in A, ed ex manager calcistico della Fiorentina.

blank

Il difensore della Juventus, Matthijs de Ligt, nell’intervista al portale olandese Rondo invece si è soffermato su questioni juventini tra il personale e l’attualità:

“Inter, Milan e Napoli hanno continuato a perdere punti e ora siamo solo dietro di 7 punti. Dovrebbe accadere un miracolo, ma la situazione sembra già meglio rispetto a 13 partite fa. CR7 lo abbiamo perso alla fine dell’estate e con il suo addio si perdono 30 gol. Poiché era così tardi, non abbiamo potuto sostituirlo immediatamente con qualcuno come Vlahovic.

Questo ci è certamente mancato ad inizio campionato. Ho notato che il club mi sta dando sempre più responsabilità. Ora che Chiellini e Bonucci sono spesso infortunati c’è ancora più pressione sulle mie spalle, il che mi piace, mi accorgo che posso assumere un ruolo importante. Siamo ancora in competizione su tre fronti e mi sto davvero divertendo qui.

Ho notato che imparo di più ogni settimana e questo mi piace molto. Quello che ha detto il mio procuratore Raiola lo scorso autunno (“De Ligt è pronto per un nuovo step“, ndr)? E’ già successo tre mesi fa: tante cose possono cambiare in questo tempo. Al momento mi sto concentrando completamente su questa stagione”.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)
I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie