Il muro di ScribattoNewsRaccontisocietà

L’intervista al Papa – Una versione alternativa

Il Santo Padre ha dichiarato che il senso dell'umorismo è una medicina

(continua dopo la pubblicità)

Questa è l’intervista integrale trasmessa ieri sera su Rai3.
O almeno quella che sarebbe potuta essere.

F.F: Buonasera, Santo Padre. Grazie per aver accettato di parlare con noi.
P: Sono le 17. Grazie a voi per avermi fatto cenare in Santa pace.
F.F: La domanda che tutti noi ci poniamo è questa: perché i bambini soffrono?
P: Questa è una domanda alla quale non so dare risposta.
F.F: Ah, Proprio niente?
P: No. Vuoto assoluto.
F.F: Benissimo. Ora, se Dio ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza, come mai c’è tanta cattiveria, le guerre, l’odio tra i popoli?
P: Dio ci ha creati e poi ci ha dato la libertà per fare quello che volevamo.
F.F: Quindi non ci ha PROPRIO creato a sua immagine e somiglianza.
P: Esteticamente un po’.
F.F: Capisco. Cosa si può dire dei poveri?
P: Che bisogna capire la sofferenza. Toccarla con mano.
F.F: A proposito di toccare…
P: Il vangelo.
F.F: Cosa?
P: La creazione.
F.F: No, intendevo, visto che nella chiesa c’è questa piaga del…
P: Il senso dell’umorismo.
F.F: Santo Padre, sta cercando di cambiare argomento?
P: Guardi. Se metto la mano così e quest’altra così, se la muovo sembra che si stacchi il pollice.
F.F: Toccare con mano…
P: Staccato. Attaccato. Staccato. Attaccato.
F.F: Ho capito. Cambio argomento. Che lavoro voleva fare da bambino?
P: Il Macellaio. Pensavo avesse un sacco di soldi. Poi ho avuto la vocazione.
F.F: E ha capito che così avrebbe fatto molti più soldi?
P: C’è un problema col collegamento.
F.F: Immagino. Santo Padre, lei guarda la televisione?
P: No. Ho fatto un voto.
F.F: Quindi è per puro caso che sia ospite alla mia trasmissione e non al Cantante Mascherato?
P: Si. E’ anche una coincidenza che io sia qui con lei quando non è in onda il Cantante mascherato.
F.F: L’hanno vista a comprare dischi. E’ un appassionato?
P: Non ho comprato dischi. Sono povero. Sono andato a benedire il negozio di dischi di certi amici.
F.F: Forse avrebbe dovuto benedire gli artisti che sono fermi da due anni.
P: A me piace Bach. Lui è morto.
F.F: Direi che possiamo concludere.
P: Questa è proprio una grande idea. Però vorrei poter chiedere una cosa.
F.F: Ci dica pure Santo Padre. Siamo a sua disposizione.
P: Pregate per me. Com’era quel film con De Sica?
F.F: Delicatissimo? Una cafonata?
P: No, non quello. Il padre intendo. C’era un indovino che mendicava e chiedeva 100 lire. Io vi chiedo 100 preghiere.”
F.F: Mi sembra una citazione un po’ tirata per i capelli.
P: Cento lire, cento preghiere. Cento lire, cento preghiere.
F.F: Si sente bene, sua santità?
P: Cento lire, cento preghiere.
F.F: Va beh. Io chiuderei perché deve arrivare Orietta Berti. Tra quattro ore. La salutiamo con grande affetto, se posso permettermi.
P: Giocate con i bambini, mi raccomando.
F.F: Beh, su quello siete dei professionisti.
P: Cento lire, cento preghiere.
F.F: Chiudete il collegamento. Che emozione! Quante risposte esaustive! Questa intervista resterà nella storia della televisione e mi farà fare un botto di share. Amadeus, tu Rovazzi ed io il Papa. Sai dove te lo puoi infilare l’Ariston? Vai, Filippa!

 

A. Rebatto

I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Alex Rebatto

Alex Rebatto, classe 1979. Ha collaborato nei limiti della legalità con Renato Vallanzasca ed è stato coautore del romanzo biografico “Francis”, sulle gesta del boss della malavita Francis Turatello (Milieu editore), giunto alla quarta ristampa. Ha pubblicato il romanzo “Nonostante Tutto” che ha scalato per mesi le classifiche Amazon. Per Algama ha pubblicato il noir "2084- Qualcosa in cui credere"

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie