societàSpettacolo

Diabolik il film: cosa aspettarsi

(continua dopo la pubblicità)

Diabolik il film: cosa aspettarsi

Il film di Diabolik è di fortissima attrattiva per tutti gli appassionati del fumetto e tutti coloro che hanno vissuto l’era dell’enorme fama dello spietato genio del crimine. Nelle sale dal 16 dicembre, questo film è sicuramente un must see per chi vuole apprezzare ancora una volta il talento italiano così spesso sottovalutato e provare un’esperienza immersiva e affascinante di Diabolik.

Tutto l’intrattenimento a tema Diabolik

Il successo di Diabolik ha portato alla produzione di moltissime forme di intrattenimento nel corso del tempo. Il film del 2021 è solo l’ennesima conferma dell’importanza di questo fumetto nella cultura popolare italiana e non solo. Gli amanti di Diabolik possono godere di svariate produzioni da cartoni animati, a giochi, a spin off, a oggetti da collezionismo. Tra tutte queste è da notare la fama con cui si sono diffuse le slot machine a tema Diabolik, che trasporta sui rulli personaggi, storie e atmosfere. Per giocare a questa e molte altre slot machine online, ci si può iscrivere ad un casinò online legale certificato ADM. I migliori siti sono recensiti da esperti imparziali di Casinos.it, dove sono raccolte anche moltissime informazioni relative ad ogni casinò online. Un importante elemento che può guidare la scelta è sicuramente l‘offerta dei bonus: cashback, bonus senza deposito o free spin possono soddisfare ogni giocatore. Ma passiamo ora alle aspettative sul film Diabolik dei fratelli Manetti.

La trama

Il film rappresenta la vicenda raccontata nel terzo episodio della serie a fumetti, uscito nel 1963. Questo è anche il primo momento in cui compare il personaggio di Eva Kant, compagna del protagonista. Nella città immaginaria di Clerville in cui è ambientata la storia, Diabolik è un ladro astuto e senza scrupoli. La sua abilità gli permette di portare a termine colpo dopo colpo senza mai essere trovato dall’ispettore Ginko, la sua nemesi. Eva Kant, affascinante e ricchissima ereditiera, arriva in città con in possesso un raro diamante rosa dal valore inestimabile. Questo oggetto attira l’attenzione del ladro che non può che tentare di rubarlo. Ma una volta conosciuta la proprietaria del diamante Diabolik cede alla sua bellezza. Nel frattempo l’ispettore sta pianificando una strategia per arrestare Diabolik una volta per tutte.

Regia e cast

I Manetti Bros. sono alla regia di questa produzione. Marco e Antonio Manetti sono conosciuti per i loro Song ‘e Napule (2014) e Ammore e malavita (2017) con il quale hanno vinto diversi David di Donatello e due nastri d’argento. Il loro non è l’unico nome noto che compare nei titoli di coda del film. Infatti, il ruolo del diabolico protagonista è stato affidato al talentuoso Luca Marinelli, apparso in Lo Chiamavano Jeeg Robot, film grazie al quale ha vinto un David di Donatello, e anche nel successo La solitudine dei Numeri Primi. Al suo fianco la vera star del film è Miriam Leone, apparsa in I Medici, Il testimone invisibile e Fai Bei Sogni. La sua performance è stata particolarmente apprezzata per il talento della recitazione e la presenza scenica mozzafiato, anche grazie al lavoro di costumisti, truccatori e parrucchieri. Il ruolo dell’ispettore Ginko è invece di Valerio Mastandrea, attore perfetto per rappresentare la limpida giustizia sul volto dell’ispettore.

Accoglienza della critica

Come ben detto da Andrea Carlo Cappi, scrittore del romanzo tratto dalla sceneggiatura del film, nella nostra intervista questa produzione cinematografica ha un grande valore. Oltre ad essere in grado di valorizzare la storia originale, gli sceneggiatori hanno anche saputo aggiungere dell’emozione e creare dei nuovi elementi per adattare la storia ai gusti del 2021. Particolarmente apprezzata anche la cura per i dettagli della scenografia, che permette un’immersione totale dell’ambiente anni ‘60. È stata in parte criticata la freddezza della narrazione, che crea un leggero distacco a livello emotivo. Lo stesso vale secondo alcuni per la recitazione del protagonista, che ha saputo riprodurre fedelmente la freddezza del criminale. La sensazione che si ha durante la visione del film non è distante da quella che è trasmessa dal fumetto: un racconto distante nel tempo che racchiude elementi della natura umana come il desiderio e il fascino della notte.

(ARTICOLO IN COLLABORAZIONE CON FABIO CONTISSA)

 

 

 

(continua dopo la pubblicità)
I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie