MusicasocietàSpettacolo

A Sanremo, con Tananai, tornerà l’autore e produttore cremasco Davide Simonetta

Il Festival della Canzone Italiana 2022 promette bene, anche grazie ai giovani cantanti in gara e ai loro autori

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

 

 

Quindi, dopo esser stato proclamato, meritatamente, tra i vincitori di Sanremo Giovani 2021 con la sua “Esagerata”Tananai è entrato ufficialmente in gara tra i 25 Big del Festival di Sanremo 2022. Sul palco dell’Ariston presenterà per la prima volta il brano inedito intitolato “Sesso occasionale”, scritto da lui stesso in collaborazione con Davide Simonetta (autore e produttore ispiratissimo di Bagnolo Cremasco), Paolo Antonacci e Alessandro Raina.

Il suo vero nome è Alberto Cotta Ramusino, è nato nel 1995 e proviene da Cologno Monzese, comune della città metropolitana di Milano. Il nickname Tananai deriva dal nomignolo che gli avevano dato da bambino e sta per “piccola peste”.

Alberto muove i primi passi nella musica come produttore, divenendo conosciuto nella scena indie con il progetto Not For Us, con il quale pubblica nel 2017 il disco “To Discover and Forget”.

(continua dopo la pubblicità)

Oltre che sul palco di Sanremo Giovani dove ha portato il singolo “Esagerata”, Tananai si è fatto conoscere anche grazie alla recente collaborazione con Fedez. Insieme hanno realizzato il brano “Le madri degli altri”, contenuto nel nuovo

(continua dopo la pubblicità)

Ecco, dalle parole dello stesso cantante, due parole (rilasciate recentemente ai mass media) sulla genesi della Hit che lo ha visto protagonista a “Sanremo Giovani” e su cosa si aspetta dal Festival della Canzone Italiana 2022…

«E’ nato in maniera molto naturale in studio parlando con Paolo Antonacci e Davide Simonetta. Ci siamo raccontati le nostre storie in generale, varie ed eventuali. passate e future. Ho scelto di presentare a Sanremo Giovani questo brano perchè fondamentalmente riunisce due mondi che mi appartengono: quello un po’ più cantautorale e quelli che sono i miei background da producer di musica elettronica. Con “Sesso Occasionale”, a Sanremo Il traguardo per me sarebbe quello di raggiungere più persone possibili per poi incontrarle nei concerti, per suonare la mia musica e divertirci tutti quanti insieme”.

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie