Bar Sportsocietà

La Juve pensa se e come rinforzarsi, la Georgina insensibile e la plusvalenze del Napoli

E' tempo di calciomercato, ma pure di altre questioni di stretta attualità calcistica

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

 

 

Madama Bianconera, all’ombra della Mole sta pensando se e come rinforzarsi all’imminente campagna invernale del calciomercato di riparazione. Ma il budget, salvo cessioni pesanti, non sarà pesante, poiché la sostenibilità viene prima di tutto e tutti.

Quindi, viste le problematiche che la Juventus sta incontrando nella rincorsa al sogno Vlahovic, i bianconeri si stanno muovendo per un piano B che si possa dividere tra gennaio e giugno. Nelle prossime settimane la Juve potrebbe muoversi per chiedere al Manchester United il prestito di Anthony Martial, giocatore in rotta con i Red Devils e già con le valigie in mano. Prenderlo a titolo definitivo adesso sarebbe impossibile per le cifre richieste dagli inglesi, ma il prestito è una strada percorribile. L’altro nome per l’attacco del futuro è Scamacca, che il Sassuolo non farà partire a gennaio ma che in estate può diventare l’obiettivo primario della Vecchia Signora, considerando che Morata attualmente è fuori dai piani del futuro e che non è previsto il suo riscatto dall’Atletico Madrid per 35 milioni di euro. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport.Intanto, Dagospia riporta che la rivalità fra Lionel Messi e Cristiano Ronaldo vive un inatteso nuovo capitolo sui social, grazie a (all’insensibile) Georgina Rodriguez. Il campione argentino ha infatti dedicando un lungo e commovente post su Facebook all’amico Sergio Aguero, che ha annunciato ieri in lacrime il suo addio al calcio dopo i problemi cardiaci accusati. Tra i commenti, spicca quello della compagna del portoghese ex Juventus, molto sintetico ma all’apparenza del tutto slegato dal contesto: “Ronaldo è il migliore”. Corredato da due cuori. Non che Messi avesse sostenuto che il Kun fosse il miglior calciatore al mondo, per la cronaca. L’affaire plusvalenze non riguarda solo la Vechia Signora d’Italia: il quotidiano La Repubblica ha infatti intervistato Luigi Liguori, attaccante classe 1998 inserito dal Napoli nell’operazione Osimhen insieme al terzo portiere azzurro, Karnezis, e ad altri due giovani. Nello scambio complessivo di 20 milioni, che si sommavano ai 70 sborsati per l’attaccante nigeriano, Liguori fu valutato 4 milioni. Ecco la sua verità:“A giugno mi chiamò il Napoli e mi disse: vieni a Castel Volturno, dobbiamo parlare. Siamo andati io e il mio procuratore, la società ci ha offerto due opzioni: potevo rinnovare per un anno e restare, o accettare di andare al Lille e firmare per tre anni, entrando nell’operazione Osimhen. Voi che avreste fatto? Ne ho parlato con il mio agente e ho accettato. Il 30 giugno abbiamo firmato con il Lille. Non siamo mai andati in Francia. Nemmeno per firmare. Hanno mandato i contratti a Napoli e abbiamo firmato a Castel Volturno”.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

(continua dopo la pubblicità)
Due parole su questo sito blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie