ItaliaPoterisocietà

Matteo Salvini, sui social per lui è una Caporetto: tempesta di commenti negativi dopo il super green pass

Qualsiasi sia il suo cavallo di battaglia trattato, sicurezza, immigrazione o tasse, i follower ora attaccano Matteo Salvini per il via libera al super green pass: “Avete votato per le discriminazioni tra gente identica ieri… anche noi italiani non vediamo l’ora di votare…” E piovono migliaia di dislike

 

Se il consenso di Matteo Salvini dipendesse soltanto dal successo sui social, allora oggi si troverebbe di fronte ad una vera Caporetto. Di certo lui ai social ha sempre tenuto moltissimo, tanto da iscriversi perfino a Tik Tok. Avevamo già scritto in passato della crescita di critiche dei suoi follower (GUARDA). E probabilmente si era accorto anche lui del calo di consensi, tanto da postare sempre più spesso storie di cani e gatti salvati dall’eroe di turno o vicende umane strappalacrime; tutti post acchiappa like che però poco hanno a che fare con le battaglie che lo avevano fatto crescere fino al 40% nei sondaggi.
Tempi ormai lontanissimi. Ed è difficile pensare che tutto sia dovuto alla caduta in disgrazia di Luca Morisi, deus ex machina dei suoi social.

D’altra parte i suoi cavalli di battaglia sono diventati palloni sgonfi.
Quota 100 è saltata.
Gli attacchi al ministro dell’Interno sull’immigrazione lasciano il tempo che trovano, perché lui fa parte del medesimo governo.
Dalle dichiarazioni pubbliche sono scomparse le sue prese di posizione sulla rottamazione quater delle cartelle esattoriali, quando per mesi era stata un suo mantra.
E sulla questione del green pass ha ceduto praticamente su ogni fronte, fino all’accettazione del super green pass. I suoi follower non gliel’hanno perdonata.

Qualche esempio.
Ultimo argomento di giornata, un suo post sulle tasse:
Irpef più semplice e leggera per tutti i contribuenti, via l’Irap per tutte le persone fisiche: la Lega è al governo per difendere famiglie e imprese. E dopo il taglio delle tasse, è urgente abbassare i prezzi delle bollette di luce e gas risparmiando sugli sprechi del Reddito di cittadinanza.

Ma il commento con più like è quello di Morena, 149 apprezzamenti, che con le tasse nulla ha a che fare:
Tutto per evitare che si parli del vostro appoggio al vergognoso gp…

Al secondo posto, il commento di Cambio il Mondo, 141 like:
Matteo, dopo il voto di ieri ti saluto. Tante parole, pochi fatti

blank

Scendiamo in ordine di tempo. Post di Salvini sulla giornata contro la violenza sulle donne:
25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Giornata di rispetto, di civiltà, di educazione. Orgoglioso della concretezza della Lega per le battaglie sul #codicerosso e sul #redditodiLibertàP.s. Mi rivolgo a te. Se sei vittima di violenza o ti senti minacciata, non sei sola: denuncia, chiama il 1522, non tacere, fai parlare la tua vita.

blank

Ai primi posti in ordine di tempo, il commento di Sandra, 86 like:
Ieri avete perpetrato l’ennesimo sfregio al patto tra il popolo e le istituzioni, la violenza e le discriminazioni siete i primi a metterle in atto contro milioni di cittadini, BAMBINI DONNE UOMINI. Siete pericolosi, molto.

E ancora, Pina, 76 like:
Avete votato per le discriminazioni tra gente identica ieri… anche noi italiani non vediamo l’ora di votare 

E Nadia, 22 like:
Non ci sono parole….solo una grande delusione 

Poi arriva Robby, con un diluvio di like, ben 932 contro il Capitano:
Quello che avete firmato ieri è una violenza non solo contro le Donne ma contro tutto il Popolo. La libertà è un diritto e con la firma l’avete calpestata

Seguono altri commenti contro il Capitano da centinaia di like.

Altro post, altra mazzata. Stavolta è sulla pena ridotta ad un estremista della jihad. La sicurezza è sempre stata una dei suoi punti di forza.

blank

Ma i commenti più votati sono ancora sul super green pass. E tutti con centinaia di like. Come Paolo, 326 apprezzamenti:
Con la schifezza di oggi non meravigliatevi se alle prossime elezioni il vostro elettorato diserterà in massa

O Marzia, 439 voti:
Perché non parli dell’ abominio che state facendo agli italiani!

E Anna Maria, 271 like:
Grazie anche a voi…DITTATURA UFFICIALE….FATE SCHIFO

blank

 

E ancora, altro post di Salvini sull’azzeramento dell’Irap, come se questo rappresentasse una soluzione per le partite iva assediate dal fisco in piena emergenza:

Va benissimo un importante taglio di tasse per dipendenti e pensionati, ma la Lega porta al tavolo una richiesta di forte intervento anche per partite Iva e autonomi che più di tutti hanno sofferto i lockdown, basti pensare alla chiusura di 300mila attività in 18 mesi. Per questo è necessario l’azzeramento dell’Irap per partite Iva e lavoratori autonomi.

blank

Commenta Simonetta, 660 voti:
parole parole …avevo fiducia in te..invece ..super green…bonus ai soliti del reddito…pochi spiccioli per i restanti..niente per la partite Iva…clandestini a quintalate..abbassamento a 4 anni e sei mesi a voi per avere la pensione ..

E ancora, Elena, 314 like:
Dai che intanto oggi voterete a favore dell’ennesima vigliaccata che escluderà circa 8 mln di contribuenti, che pagano mutui, affitti, tasse, I VOSTRI STIPENDI, cibo, ecc., dalla vita sociale, solo perché hanno fatto una scelta diversa…

E poi Paolo, 300 like:
Delle mie conoscenze siamo già in molti a non votarvi più!
Farete la fine del M5S

E Andrea, definitivo, 162 voti:
Matteo Salvini ma cosa vuoi tagliare che ci fate pagare 15 euro ogni 2 gg x andare a lavorare!

blank

Col passare delle ore, rispetto a quando abbiamo preso gli screenshot, i dislike sono aumentati ulteriormente. Terreno fertile sui social per Giorgia Meloni, che continua a crescere, e per Gianluigi Paragone, cresciuto professionalmente come direttore de La Padania, passato poi a M5S e ora, con la sua battaglia contro il green pass, salito a quota 1,2 milioni di follower praticamente da solo.

Manuel Montero

Due parole su questo sito blank

Manuel Montero

Manuel Montero scrive da vent’anni per diversi settimanali nazionali. Ha pubblicato nel 2019, per Algama, Fenomeni Paranormali Italiani, in cui ha raccontato storie di cronaca, fatti ed eventi apparentemente incredibili, raccolti in prima persona negli anni sulla Penisola. In allegato a Il Giornale (e in ebook per Algama) sono invece usciti i volumi Telefilm Maledetti, dove l’autore narra la triste fine di alcuni dei più amati protagonisti di telefilm degli anni Settanta e Ottanta. E Wuhan - Virus, esperimenti e traffici oscuri nella città dei misteri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button