Bar Sportsocietà

Andrea Agnelli alla presentazione di Pirlo nella serie juventina su Amazon Tv: “Orribile l’anno di Sarri”

Perchè cacciare Allegri e poi riprenderlo allora? Tudor non andava bene? Si cerca una spalla per Cherubini?

 

 

Già non poteva che essere il presidentissimo in persona, il protagonista iniziale della primissima puntata della DocuFiction juventina trasmessa da Amazon Prime, ecco il sunto dell’ ouverture…

“Primo episodio dell’attesa serie All orNothing: Juventus: subito Andrea Agnelli presenta con parole forti Andrea Pirlo alla squadra. Partendo da una ‘review’ molto forte dell’annata precedente, dove non cita in modo diretto Maurizio Sarri ma si riferisce con frasi dure all’attitudine della squadra nel suo complesso proprio in quella stagione “Sono Presidente da 10 anni: al di là dei risultati sportivi, per me lo scorso anno è stato un anno di merda (quello della gestione Sarri, ndr). Qualcuno non ha dato tutto quel che poteva, se penso agli sforzi degli 800 uomini della Juventus. Si deve essere un gruppo, tutti nella stessa direzione, in Pirlo credo moltissimo, sta al gruppo seguirlo sempre e comunque. Sarà difficile, io ho l’entusiasmo di una volta. Chi cercherà di toccare uno solo di noi passerà sul mio corpo”.

Arrivato dopo il no dello stesso presidente, al ritorno (operazione già conclusa dall’ex direttore sportivo Fabio Paratici) di Antonio Conte alla Juve, quindi Sarri di fatto non ha mai fatto breccia nel cuore della proprietà bianconera.

E a questo punto, il seguente quesito sorge spontaneo: a questo punto allora perché non si proseguì con Massimiliano Allegri, no?

E col senno del poi, esercizio comodo e un tantino semplicistico, anziché richiamare Allegri per il post Pirlo, ma … poiché non si è proseguito promuovendo mister Igor Tudor (oggi trainer del Verona sorprendente) nel ruolo di primo allenatore? Mah …

Dulcis in fundo, secono rumors torinesi, la Juve sarebbe alla ricerca di una spalla per il direttore sportivo Cherubini? Verità o gossip?

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button