Bar Sportsocietà

Maurizio Sarri con la Lazio sfida il suo non rimpianto passato juventino: match nel match

E il patron laziale Lotito, smentito da Vialli, attacca i medici della nazionale

 

 

Allora, se l’illustre ex mister Maurizio Sarri ha il dente avvelenatissimo in vista di Lazio – Juventus in cartello, sabato prossimo alle ore 18 a Roma, a margine di un evento tenutosi, nei giorni scorsi proprio allo stadio Olimpico, il presidente della Lazio, Claudio Lotito, smentito e commentato da Vialli, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulle condizioni fisiche di Ciro Immobile, la cui partecipazione al match contro la Juve è ancora incerta, probabilmente scontata.

“Se Immobile recupera con la Juve? Mi pare che se le condizioni di approccio medico fossero state quelle della Lazio avremmo avuto una situazione completamente diversa. Mi aspetto una partita combattuta da parte della Lazio, determinata e che scenda in campo per dimostrare tutto il suo valore. Il rinnovo del contratto con Sarri? Noi parliamo tutti i giorni, abbiamo un bel rapporto quindi ciò che maturerà sarà una cosa naturale senza grossi patemi”.

Dato a Lotito, ciò che è del presidentissimo, torniamo a Sarri, colui il quale, dopo l’esonero dalla panchina bianconera datato agosto 2020, così si sarebbe sfogato coi dirigenti juventini: “Voi mi mandate via, ma questa squadra è inallenabile”.

Si prospetta quindi una sfida nella sfida sabato sera: da una parte i presunti inallenabili, dall’altra il mai rimpianto, fumantino e determinato, coach e Maestro di Football Maurizio Sarri.

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie