Salutesocietà

Vaccini, studio svedese: dopo quattro mesi Pfizer dimezza efficacia, Astrazeneca la perde del tutto

Uno studio in preprint con Lancet dell’Università svedese di Umea su un campione di quasi 850mila casi, svela l’inefficacia dei vaccini a distanza di alcuni mesi dalla seconda dose: ecco cosa succede per Astrazeneca, Pfizer, Moderna e per l’eterologa

 

blank

Un nuovo studio in preprint con Lancet mette in luce la perdita di efficacia dei vaccini utilizzati. Qui il documento – GUARDA

Il campione è molto vasto, quasi 850mila casi di persone che hanno utilizzato vari tipi di vaccini: BNT162b2, ovvero Pfizer, ChAdOx1 ossia Astrazeneca, e mRNA-1273, ovvero Moderna. È stata presa in considerazione anche la vaccinazione eterologa, ossia chi ha usato vaccini diversi.

I risultati non sono entusiasmanti e raccontano una perdita di efficacia molto forte già dai quattro mesi, dimezzata per Pfizer e addirittura annullata per Astrazeneca. Dal giorno 211 dalla seconda dose Pfizer non copre più. Dai risultati della relazione:

PFIZER

L’efficacia del vaccino di BNT162b2 contro l’infezione è diminuita progressivamente dal 92% (95% CI, 92-93, P<0.001) al giorno 15-30 al 47% (95% CI, 39-55, P<0.001 ) al giorno 121-180 e dal giorno 211 in poi non è stata rilevata alcuna efficacia (23%; 95% CI, -2-41, P=0,07).

MODERNA

L’efficacia è diminuita leggermente più lentamente per mRNA-1273, stimata al 59% (95% CI, 18-79) dal giorno 181 in poi.

ASTRAZENECA

Al contrario, l’efficacia di ChAdOx1 nCoV-19 era generalmente inferiore e diminuiva più rapidamente, senza alcuna efficacia rilevata dal giorno 121 in poi (-19%, 95% CI, -97-28).

ETEROLOGA PER ASTRAZENECA

Mentre l’efficacia di ChAdOx1 nCoV-19 / mRNA eterologo è stata mantenuta da 121 giorni in poi (66%; 95% CI, 41-80).

Nel complesso, l’efficacia del vaccino era inferiore e diminuiva più rapidamente tra gli uomini e gli anziani. Per l’esito grave di Covid-19, l’efficacia è scesa dall’89% (95% CI, 82-93).

Manuel Montero

Due parole su questo sito blank

Manuel Montero

Manuel Montero scrive da vent’anni per diversi settimanali nazionali. Ha pubblicato nel 2019, per Algama, Fenomeni Paranormali Italiani, in cui ha raccontato storie di cronaca, fatti ed eventi apparentemente incredibili, raccolti in prima persona negli anni sulla Penisola. In allegato a Il Giornale (e in ebook per Algama) sono invece usciti i volumi Telefilm Maledetti, dove l’autore narra la triste fine di alcuni dei più amati protagonisti di telefilm degli anni Settanta e Ottanta. E Wuhan - Virus, esperimenti e traffici oscuri nella città dei misteri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie