Bar Sportsocietà

Alessio Tacchinardi a TMW Radio: “Sono pazzo di Chiesa, Zaniolo è più tecnico”

L'ex calciatore bianconero dice la sua sul big match Juventus - Roma

 

Il big match della prossima giornata della serie A, senza nulla togliere alle altre partire, per pathos, tradizione e glamour è Juve – Roma in cartello a Torino, domenica alle ore 20.45. Mister Allegri fermerà quello stregone di Mourinho?

Intanto l’ex calciatore e oggi tecnico (forgiatosi alla premiata scuola del calciofilo Cesare Fogliazza, Deus Ex Machina della Pergolettese, ndr) Alessio Tacchinardi a TMW Radio, durante Maracanà, ha detto la sua sul big match tra bianconeri e giallorossi.
Juventus-Roma, di chi sarà la partita?
“E’ una partita interessante anche a livello tattico. La Juve ha ritrovato spirito e compattezza. Mi aspetto una partita come col Chelsea, che lascia il gioco ai giallorossi. La Roma ha fatto tanto ma preso imbarcate dietro. Io credo che Mourinho proverà a fare la partita, a vincerla, con un calcio offensivo, e penso che Allegri la preparerà con le ripartenze, con cui può far male”.
Zaniolo-Chiesa altra sfida di Juve-Roma:
“Bellissima, al vedo più a favore di Chiesa, anche per il tipo di partita che mi aspetto, con Chiesa che a campo aperto può farti malissimo. Zaniolo è più tecnico e ha più talento ma impazzisco per Chiesa e scelgo lui”.
Così parlò Alessio Tacchinardi da Crema, colui il quale, juventino dentro, nell’estate 2011, senza riuscire nell’intento, le provò tutte per diventare il vice dell’allora neo mister bianconero Antonio Conte.
Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button