Casazza ReportCoronavirusSalute

Chi risponde degli eventuali danni da vaccinazione covid?

Si sente dire da più parti, anche da fonti autorevoli ( si leggano per esempio le dichiarazioni del leader dell’opposizione, Giorgia Meloni), che il governo italiano non ha ancora istituito l’obbligo di vaccinazione contro la Sars Cov-2 per non assumersi la responsabilità delle reazioni avverse gravi che, secondo la legge 210/92, devono essere indennizzate dallo Stato quando un vaccino è obbligatorio.

Da questo discende l’opinione, anch’essa diffusa, che la normativa sul “greepass”, sia un escamotage per introdurre una sorta di “obbligo mascherato” di vaccinazione, rendendo la vita difficile a chi non si vaccina pur non obbligandolo formalmente a farlo.

In realtà  la Corte Costituzionale, sotto la presidenza dell’attuale Ministro della Giustizia, dr.ssa Cartabia,  con sentenza n° 118/2020 del giugno del 2020, e quindi ben prima che iniziasse la campagna di vaccinazione contro il covid 19, ha stabilito che l’indennizzo di cui alla legge 210/92 spetta non solo in caso di vaccinazioni obbligatorie, ma anche per quelle raccomandate dallo Stato.

Questa sentenza è riferita  alla  vaccinazione non obbligatoria contro il contagio dal virus dell’epatite A, ma non vi è dubbio che il principio valga per qualsiasi tipo di vaccinazione raccomandata.

E’ di tutta evidenza che la vaccinazione contro il covid 19, pur non obbligatoria, è da considerarsi fortemente raccomandata dallo Stato Italiano.

Ciò significa che già adesso, senza dover attendere una legge che renda obbligatoria la vaccinazione , coloro che avessero subito gravi danni per reazioni avverse conseguenti alla somministrazione di uno dei vaccini contro il covid 19 , hanno diritto a un indennizzo a carico dello Stato.

Naturalmente, il nesso tra vaccinazione e danno deve essere provato, ma questo vale per qualsiasi risarcimento.

Quindi, bisogna cercare altre spiegazioni alla mancata scelta, da parte di governo e parlamento, di stabilire l’obbligo di vaccinazione contro il covid.

Faccio presente che la legittimità costituzionale di una vaccinazione obbligatoria è stata riconosciuta dalla Corte Costituzionale in varie sentenze, da ultimo la n° 5/2018, relativa a 12 vaccini resi obbligatori,  per i minori di 16 anni, dal decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73.

La legge 210/92 stabilisce che lo  Stato debba indennizzare le vittime accertate di una reazione avversa dannosa grave, ma a rispondere può essere chiamata anche la casa farmaceutica produttrice.

Finora pareva assodato che una casa farmaceutica, indicando come possibile una determinata reazione avversa nel foglio illustrativo del vaccino ( il c.d. bugiardino), oggetto del cosiddetto consenso informato, fosse sgravata di ogni responsabilità al verificarsi del fatto dannoso.

Una recente sentenza della Corte di Cassazione, la n° 12225 del 2021, ha messo paletti molto più stringenti alla possibilità di sfuggire al risarcimento da parte dei produttori dei farmaci.

Secondo la Cassazione, l’informativa deve essere circostanziata.

Non basta avvertire genericamente il paziente consumatore di possibili danni, ma bisogna mettere quest’ultimo  in condizione di correttamente valutare “ in considerazione delle peculiari condizioni personali, della particolarità e gravità della patologia nonché del tipo di rimedi esistenti”, i pro e i contro della terapia, in modo che possa adottare  “tutte le necessarie precauzioni volte ad evitare l’insorgenza del danno“. Solo a queste condizioni il paziente può essere ritenuto in grado di “volontariamente  e consapevolmente sottoporsi al rischio”.

Rino Casazza

Guarda gli ultimi libri di Rino Casazza – QUI

Due parole su questo sito blank

Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si è trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora al Teatro alla Scala Di Milano. Ha pubblicato una cinquantina di racconti e undici romanzi che svariano in tutti i filoni della narrativa di genere, tra cui diversi apocrifi che vedono rivivere come protagonisti i più grandi detective della letteratura di genere. Gli ultimi romanzi pubblicati sono Il serial killer sbagliato, Algama, 2018; Al tempo del Mostro, 2018, rivisitazione in chiave fantascientifica della vicenda del Mostro di Firenze; il libro per ragazzi Lara e il diario nascosto, Fratelli Frilli, 2018, scritto insieme a Daniele Cambiaso e, sempre in collaborazione con lo stesso autore, L’Angelo di Caporetto, 2017, uscito prima per Algama e poi in allegato a Il Giornale nella collana “Romanzi storici”, Gli enigmi di Don Patrizio, Algama, 2016. Per la collana Gli apocrifi di Algama sono usciti: Sherlock Holmes, Padre Brown e l’ombra di Dracula ; Padre Brown, Philo Vance e l’Angelo della Morte, ; Sherlock Holmes, Padre Brown e il delitto dell’indemoniata ; Sherlock Holmes, Auguste Dupin e il match del secolo ; Sherlock Holmes, Charlie Chan e il salvataggio del Titanic salutati con grande favore dalla critica per l’originalità delle trame. L'ultima fatica è un trittico di romanzi apocrifi su Auguste Dupin, l'investigatore inventato da Edgar Allan Poe Sempre per Algama ha pubblicato l’antologia Il trucco dei due poliziotti, 2019.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button