Economysocietà

La prova gratis: un servizio sempre più richiesto sul web

L’intrattenimento online è tra i settori che più sperimentano le formule di testing gratuito

 

blank

Foto di Juan Pablo Serrano Arenas da Pexels

L’aumento degli utenti che si connettono alle sempre più numerose proposte di intrattenimento digitale, rispecchia un periodo in cui il web – grazie anche alle varietà delle soluzioni tecnologiche – è diventato un vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati di tv, videogames e sport. Lo attestano le previsioni rispetto al settore: secondo uno studio di PwC, ad esempio, è stata stimata una crescita imponente nei prossimi 4 anni, tenendo anche conto del fatto che virtual reality, video OTT, games e Esport sono quelli che hanno saputo meglio resistere agli effetti della pandemia. Le prove gratuite si rivelano, in questo senso, delle strategie fondamentali per consentire agli utenti di testare le varietà delle proposte.

Tra tv, casino digitali e games: provare per credere

Il testing gratuito dei servizi di entertainment online è una formula piuttosto ricercata dagli utenti digitali: si tratta infatti di un elemento utilissimo per capire se l’opzione proposta può essere adatta alle diverse esigenze.

Le modalità messe a disposizione dai vari operatori spaziano – a seconda dei settori – dalle prove gratis fino ai bonus senza deposito per quanto riguarda i casinò, arrivando infine ai download gratuiti di nuovi prodotti in campo games.

Nel caso delle TV streaming la prova “free” è il più delle volte finalizzata alla sottoscrizione di un abbonamento: da Apple TV – che offre un periodo di testing di 7 giorni prima dell’eventuale registrazione – fino a Amazon Prime Video, gratuito per 30 giorni, ma soltanto per gli abbonati “Prime” al servizio Amazon.

Per quanto riguarda invece le case da gioco digitali, la gratuità della prova è principalmente connessa alla formula di quelli che sono i bonus senza deposito dei casinò: in questo caso si possono testare slot machine e altri giochi di nuova produzione senza dover inserire denaro all’interno del proprio conto, sebbene la registrazione al sito dell’operatore – come richiesto da ADM – sia sempre un passaggio fondamentale per attestare la maggiore età del giocatore, a piena norma di legge.
Dai casinò online ai games, il passo è breve.
Va detto però che, nel caso dei giochi, le versioni gratuite sono più che altro orientate – oltre che verso i nuovissimi games da testare senza necessità di acquisto (tra gli ultimi si segnalano Payday 2, Battlefield 4 e Rebel Galaxy) soprattutto verso delle opzioni che garantiscono una prova temporanea libera, con possibilità di accumulare sconti durante la stessa (si pensi a Rainbow Six Siege di Epic Games).
Si tratta, dunque, di un panorama piuttosto composito e partecipato, quello connesso alle opzioni “free”.
Lo attesta del resto, anche la recente decisione, da parte di Microsoft, di sospendere le prove gratuite per Windows 365, vista la grande mole di richieste da parte degli utenti digitali… in attesa di ulteriori sviluppi.

Due parole su questo sito blank

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button