Newssocietà

L’Italia? Uno dei paesi più puliti al mondo nella categoria atleti risultati positivi al doping alle Olimpiadi

Uno studio interessante mette in buona luce lo sport italico nella storia olimpica

 

 

Un’analisi mondiale degli atleti risultati positivi al doping nelle ultime cinque edizioni olimpiche estive

rivela che l’Italia è uno dei paesi più puliti al mondo in questa categoria, con solo l’1% delle

medaglie tolte a causa del doping negli ultimi 20 anni. Il podio appartiene a Russia, Ucraina,

Bielorussia e Stati Uniti con 64 medaglie perse, principalmente nell’atletica (53%) e nel sollevamento

pesi (36%).

Il maggior numero di casi di doping (42% corrispondente a 50 atleti) si è verificato alle Olimpiadi estive

di Pechino 2008, principalmente a causa dello scandalo russo. Tuttavia, la Russia mostra la capacità

di rifarsi essendo la seconda a conquistare più medaglie successive in altre competizioni altrettanto

importanti (26 medaglie totali), mentre i paesi europei, in particolare l’Italia (32 medaglie

conquistate dal ciclista italiano Davide Rebellin) e l’Irlanda (32) occupano il primo posto.

In Europa, il 43% dei casi di doping olimpico proviene dall’equitazione. Nonostante ciò, gli atleti

europei a cui sono state tolte le medaglie risultano essere i più veloci a riconquistare il podio

olimpico dopo la precedente squalifica per doping.

La ricerca sviluppata da affidable.org mostra inoltre che solo a pochi (4 su 117) atleti mondiali è stata

revocata la medaglia. Tuttavia, solo un tiratore nordcoreano, Kim Jong-Su, ha smesso di doparsi

nelle gare successive. Gli altri 3 atleti ci sono cascati un’altra volta.

Secondo l’analisi, una ginnasta rumena, Andreea Răducan, è l’atleta più giovane a prendere il

doping alle Olimpiadi, a soli 17 anni, e fa parte del 26% degli atleti a cui è stata tolta una medaglia

d’oro.

Inoltre, vengono applicate sanzioni a coloro che sfidano la legge. Lo studio rivela che la

squalificazione a vita è la terza penalitá più applicata. A prenderle sono soprattutto le atlete (83%),

con una media di 29 anni, nella categoria atletica (71%). Qui, la Russia è in testa con il 57%, seguita

da Stati Uniti (29%) e Ucraina (15%).

L’Italia conta più di 370 dei suoi atleti che partecipano alle Olimpiadi estive di Tokyo. È il numero

più alto di partecipanti italiani alle Olimpiadi degli ultimi 20 anni.

Questo studio esamina le statistiche sul doping nelle ultime 5 edizioni olimpiche (2000-2016) per

fornire una panoramica mondiale e dettagliata di tutti i paesi i cui atleti sono stati privati della medaglia

a causa del doping.

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button