Salutesocietà

Vaccinazione eterologa, sì o no? Il parere del dottor Agostino Dossena

Lo specialista di Crema in anestesia e rianimazione raccomanda di avere fiducia nella scienza, nei medici e nei vaccini

Eterologa sì/no: questo snodo, attuale, fondamentale, importante sta caratterizzando questa delicata fase della campagna di vaccinazione contro il Covid 19. E su questo tema è concentrato il nuovo intervento, via social e sul suo Blog informato sui fatti, dello specialista cremasco in anestesia e rianimazione Agostino Dossena, medico in trincea contro il maledetto virus pronto appunto a dare informazioni medico – scientifico da tanti mesi ormai.
Molte persone mi chiedono lumi sulla seconda dose di vaccino dopo aver fatto la prima dose con Astra Zeneca.
Quello che dico a tutti è:
1) non c’è nessun pericolo, i recenti studi in pubblicazione ne attestano la sicurezza. Qualche voce fuori dal coro esiste, per la verità, ma la maggioranza degli esperti è favorevole.
Intanto non è un mix dato che viene somministrato dopo molte settimane (9-12), diciamo che potrebbe essere considerato come un richiamo: a chi ha fatto l’antitetanica 10 anni fa e oggi fa il richiamo viene somministrato un vaccino diverso, per dire che è una pratica consueta. In moltissimi altri paesi la cosiddetta eterologa, ma è un nome sbagliato, è praticata da tempo, cito Germania, Francia e Spagna, giusto i maggiori
2) Se lo scopo è quello di avere una maggiore immunità, l’eterologa è la soluzione. E’ noto che la seconda dose con lo stesso vettore, come nel caso di Astra Zeneca, determina una minor risposta anticorpale, proprio perchè con la prima si è creato una risposta anche nei confronti del vettore, che rischia cosi di essere soppresso con relativo stimolo anticorpale verso il SARS-COV2
I primi dati dicono che con l’eterologa vi è una maggiore risposta  immunitaria
3) Se però, per qualunque motivo, si hanno timori e ci si sente più tranquilli ricorrendo alla seconda dose con Astra Zeneca,  oggi esiste la possibilità di scegliere, previo consenso informato (ma c’è anche nell’altro caso). L’importante è completare la vaccinazione.
Quello che sta succedendo in Inghilterra ci dice che una sola dose non è in grado di arginare la variante Delta, quella indiana
Per ogni dubbio parlatene con il vostro medico e con il medico vaccinatore
Così scrisse sul suo Blog: www.agostinodossena.it e sulla sua pagina Facebook il dottor Agostino Dossena.
Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button