Focussocietà

Gian Regazzetti: “Sì alle collaborazioni internazionali nel mondo del tatuaggio artistico”

Il Maestro Tatuatore cremasco invita inoltre a prestare attenzione nella scelta del centro Tattoo giusto

 

 

Già, titolare di ben tre laboratori, riuniti sotto il brand (ormai un’istituzione in materia per gli amanti di tatuaggi e dell’arte tatuatoria): “Eleven INK Tattoo” a Crema, Cremona e Piacenza, dedicati al tatuaggio artistico d’autore, Gian Maria Regazzetti, in arte Gian, decisamente non riesce a stare fermo. E in questi giorni difficili di pandemia sanitaria da Coronavirus, ecco ha voglia soprattutto di parlare, di raccontare cosa bolle nella sua pentola.

Vuoi precisare una cosa in merito alla tua sinergia, prossima ventura, con l’artista Leuci, vero?

Già…

Prego.

Allora Mario Leuci, artista geniale e vulcanico, ma soprattutto maestro dell’arte aerografica e dell’illustrazione a tecnica mista, come vi ho anticipato a Cremona nell’INKlaboratorio allestirà una ricostruzione della Cappella Sistina. Collaboreranno con lui gli amici del MoMoStyle Art Lab di Rivolta D’Adda, persone in gamba e grandi lavoratori. Menziono, in particolare l’artista Murphy Dolcenera, laureata all’Accademia Belle Arti di Brera, truccatrice artistica ed esperta, con una tecnica particolare tutta sua, in Body Art. E’ bravissima questa ragazza: per dare vita alle sue opere, dal disegno su un foglio di carta è appunto passata a … dipingere corpi in un percorso professionale artistico tutto suo.

Tu credi molto nelle collaborazioni sinergiche vero?

Certamente. E in particolare credo che in questi giorni difficili di chiusure, causa emergenza sanitaria da Coronavirus, il collaborare insieme, facendo sinergia uniti tutti insieme, possa rivelarsi una strada da percorrere insieme per passare la nottata.

E’ importante scegliere il tatuatore giusto e ufficialmente riconosciuto, vero?

E’ importantissimo perché le norme igienico sanitarie che dobbiamo rispettare richiedono investimenti sempre maggiori e solo i veri professionisti possono permetterseli al giorno d’oggi tale spese. Affidatevi quindi ad artisti preparati che siano soprattutto professionisti qualificati e degni di tale nome, mi raccomando.

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button