Bar Sportsocietà

I consigli del calciofilo Pizzoli: Locatelli è pronto per il salto, Vlahovic grande attaccante

Ecco qualche giovane dritta di mercato: il calciomercato non dorme mai

 

 

Osservatore, calciofilo capace, competente e appassionato, ma soprattutto collaboratore del Chelsea, Alessandro Pizzoli è decisamente la persona giusta per segnalare giovani calciatori interessanti, lanciati sulla luminosa strada del successo, pronti a decollare. A lui il pallone, ehm … la parola: < Allora partiamo dal centrocampo per ribadire che il centrocampista del Sassuolo Tomas Locatelli è pronto per un top club. Ha caratteristiche particolari, fuori dal comune, tutte sue e molto promettenti. Gioca invece nell’Inter, ruolo portiere, il giovanissimo figlio d’arte (il padre giocò nella Lazio e nel club nerazzurro) Filip Stankovic ed è un estremo difensore interessante, de seguire, come il difensore del Brescia Andrea Papetti.

Mattia Zaccagni, centrocampista offensivo del Verona allenato da Juric è migliorato assai negli ultimi anni ed è un ragazzo su cui puntare in prospettiva.

Per quanto riguarda l’attacco non ho dubbi e menziono il centravanti, duttile, della Fiorentina Dusan Vlahovic, il quale ha parecchi margini di miglioramento ed è destinato a costruire una grande, grandissima carriera>.

Con in casa un ipotetico talento quindi l’Inter Milano può pure aspettare a investire tanti euro nel dopo Handanovic, no? Il figlio di Dejan è forte, e in organico c’è anche l’ex portiere del Genoa Radu.

Ah … a quanto pare, bisognosa di rinforzi pesanti, sulle tracce di Vlahovic (trattativa complicata) e Locatelli ci sarebbe, da mesi, la Juventus.

 

Stefano Mauri

 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button