MusicasocietàSpettacolo

Coi primi ascolti della stampa, ecco la griglia di partenza di Sanremo

Clamoroso al Festival di Sanremo: nelle canzoni in gara amore e sentimenti protagonisti

Giornalisti e una ristretta cerchia di addetti ai lavori, critici compresi, beati loro, hanno già avuto la fortuna di ascoltare, in clamorosa esclusiva e anticipo, le canzoni in gara al prossimo Festival di Sanremo, kermesse nazionalpopolare per eccellenza, che … vedrete, di fatto a suo modo caratterizzerà la ripartenza, dell’Italia, dalla maledetta pandemia.

Ah … amore e sentimento, sì gridiamolo sono tornati attori protagonisti nei testi dei brani sanremesi. E grazie a un lavoro di sintesi, leggendo qua e là giudizi dai vari media, possiamo già stilare quella che potremmo definire una prima (immaginaria) versione, ovviamente trattasi di un gioco, dell’ipotetica classifica prefestival secondo i primi ascolti degli accreditati

Naturalmente questa graduatoria è frutto dei giudizi di alcuni giornalisti, ma non ha alcuna valenza, poiché tutto è ancora da decidere e incominciare. Detto ciò ecco la sorprendente griglia di partenza:

Partiranno, secondo i cronisti, in pole position Colapesce e Dimartino, in coabitazione con i sorprendentissimi Coma_Cose. Max Gazzè con la sua ironica hit Il Farmacista è in seconda posizione, virtualmente, of course.

Il terzetto composto da Willie Peyote, Lo Stato Sociale (sono da podio) e Madame (può sorprendere la rapper con la faccia da ragazza acqua sapone) è da terza linea, mentre Gaia, Aiello, Maneskine e La Rappresentante di Lista potrebbero scattare, appunto scattando dalla quarta griglia. MalikaAyane (eterna promessa), Bugo (in E invece sì parla anche della sua passione per la Juve e Ronaldo. Senza Morgan ha vogli di sorprendere), Fasma (ma è vero che non può soffrire Emma e la Amoroso?), Ghemon, Arisa (Gigi D’Alessio le ha confezionato un’incisiva Potevi fare di più), Irama (la va o la spacca con La genesi del tuo cuore?) ed Ermal Meta (per Un milione di cose da dirti si mette al pianoforte) inizieranno dalla quinta trincea, mentre gli evergreen (ma lo sono veramente?) Noemi, Renga, Fulminacci (resta quotatissimo e da seguire), Orietta Berti (la barca va sempre) e gli Extraliscio col Toffolo, inizieranno la loro competizione in settima striscia, appena dietro i favoritissimi Annalisa e Francesca Michielin&Fedez (per questi tre artisti, alla stesura dei rispettivi brani ha collaborato l’ispiratissimo autore Davide Simonetta) e Gio Eva che promettono scintille. Dulcis in fundo resterebbe l’enigmatico Random con Torno a te. Detto ciò, il verdetto all’Ariston, che la popolar tenzone in note inizierà martedì 2 marzo. Parola del direttore Amadeus anzi ai giudici, alla giuria popolare, alla stampa, alle radio e ai fans.

Stefano Mauri 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button