Economysocietà

Le “mascherine mutanda” inutilizzate? Grazie a una sinergia meravigliosa vengono recuperate

Valentina Tiraboschi, Wine Talent Scout e Alex Corlazzoli Maestro d'Italia al lavoro per evitare sprechi

Appassionata, preparata, inesauribile, creativa e ispirata “anima” commerciale della Cantina SanVitis (Eccellenza dell’enologia di quella meravigliosa regione che è il Lazio); luminosa (sa illuminare) Wine Talent Scout (è un’instancabile ricercatrice di spunti enologici da Oscar), Sales Account (insomma il commercio è nel suo Dna) della G.D.A Service (bella realtà attiva nel campo della selezione e distribuzione di prodotti enogastronomici). Dulcis in fundo: colonna portante, Ambasciatrice del rivoluzionario (udite, udite… fanno sistema condiviso vero, a regola d’arte e sul serio) progetto (social e sociale) “Castelli Romani Food& Wine” (gruppo di ristoratori e produttorinato per sostenere, far conoscere e tutelare il territorio ubicato a un tiro di schioppo della Capitale). Ecco queste e tante altre belle cosette è l’impegnatissima Valentina Tiraboschi, Eccellenza dei Castelli (terra che merita sincera attenzione) Romani da esportazione e, soprattutto, splendida, lanciatissima, Donna del Fare attiva, in sinergia col Maestro d’Italia Alex Corlazzoli, pure in un singolare, ma preziosissimo servizio sociale.

 

Effettivamente  fai veramente un sacco di cose…    

Sì oltre a lavorare con l’azienda vitivinicola (vini da provare che sono una vera e propria poesia, ndr) SanVitis da qualche anno mi sono scoperta una sorta di Wine Talent Scout, una ricercatrice di vini particolari, per non dire unici da inserire poi nella distribuzione della G.D.A Service.

In questi tempi cupi d’emergenza sanitaria, SanVitis ha regalato ampi di luce e speranza uscendo con due vini nuovi…

Il Flaminio Rosso (Cesanese di Olevano Romano, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot) e la Passerina in purezza, tra l’altro, ci stanno già dando soddisfazioni straordinarie. Appena sarà possibile muoversi con serenità rimetteremo in pista agenti e distributori per portare ulteriormente la realtà vitivinicola laziale in giro per l’Italia.

E’ vero che nonostante le chiusure e il lockdown, le cose, nell’ambito della G.D.A vanno alla grandissima?

Sì grazie alla vendita On Line, al cosiddetto E Commerce e alle vendite porta e porta a Roma e dintorni siamo riusciti a incrementare le vendite di vino, acqua, bibite e prodotti aprendo ai privati. Web, social e piattaforme digitali rappresentano enormi potenzialità.

E cosa stai facendo col giornalista, scrittore, opinionista, viaggiatore e Maestro d’Italia Alex Corlazzoli?

Avete presente le mascherine, per intenderci quelle che sembrano mutandine e si presentano ehm … diciamo non benissimo, inviate alle scuole di tutta Italia e di fatto mai utilizzate? Ebbene insieme agli amici associati all’Associazione dei Castelli Romani (si occupa di territorio, enogastronomia e sociale), al già citato Corlazzoli e alla Comunità di Sant’Egidio stiamo recuperando questi dispositivi di protezione individuale, altrimenti inutilizzate, evitando sprechi di denaro e risorse, per ridistribuirli ai realmente bisognosi. Per informazioni e chiarimenti inviate mail ai seguenti recapiti: castelliromanifoodandwine@gmail.com oppure a corlazzolialex@gmail.com.

Posso aggiungere due cose in merito all’attività associativa?

Prego…

Collaboriamo attivamente con Frascati Scienza e grazie all’accordo quadro stipulato, vini e prodotti dei Castelli, custoditi in apposite giare verranno immersi, per la stagionatura nel lago di Nemi. State collegati che settimana prossima lanceremo un nuovissimo sito internet ad hoc per illustrare le nostre attività e proposte.  

 

Stefano Mauri

 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sponsor
Edoardo Montolli
blank
Racconti dal Fronte
Back to top button