Salutesocietà

Quando essere venuti a contatto con… precedenti coronavirus può aiutare

Il dottor Agostino Dossena e un principio che dà speranza, l'ASST precisa

Il SARS-COV-2, il virus responsabile del COVID19 è uno dei tanti coronavirus che circolano da tempo immemorabile; si considera che prima di venire a contatto con Sars-CoV-2 gli esseri umani abbiano incontrato almeno altri 6 tipi di coronavirus, tra cui anche quello del raffreddore, che è causato da vari virus, tra cui un coronavirus.

Vabbeh, ma che ci importa relativamente al problema che stiamo vivendo?

I risultati di un recente studio suggeriscono che il sistema immunitario delle persone infettate da Covid-19 può contare su anticorpi creati durante le infezioni da precedenti coronavirus per aiutare a combattere la malattia; in pratica, essere venuti a contatto con precedenti coronavirus ed avere sviluppato anticorpi, può determinare una maggior risposta anticorpale al SARS-COV-2 e condizionarne lo sviluppo della malattia in senso positivo

Così scrisse sul suo Blog il dottor Agostino Dossena, medico specialista in anestesia e rianimazione. E ora spazio a una precisazione dell’ASST cremasca in merito a quanto scritto (www.agostinodossena.it), sempre dal dottor Dossena, giorni fa via internet.

Precisazioni in merito ad articolo pubblicato in data 8 febbraio 2021 sul quotidiano La Provincia di Cremona, dal titolo: “A Crema sono in funzione solo 2 sale operatorie su 6”.

In replica a quanto pubblicato sul quotidiano (e ripreso pure da Fronte del Blog) “La Provincia di Cremona”, nel quale si riportava l’intervista del dr. Agostino Dossena, ex primario del reparto di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Maggiore di Crema, si ritiene doveroso puntualizzare che, presso la struttura ospedaliera di ASST Crema, sono operative:

– 1 sala operatoria per le emergenze e 3 sale operatorie per attività programmate

– 2 sale di chirurgia ambulatoriale (dedicate ad oculistica ed altre specialità)

– 1 o 2 sale per attività per procedure che necessitano di assistenza anestesiologica.

Ufficio Comunicazione ASST Crema

 

 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button