Bar SportFocusMediaNewssocietà

L’Inter? Mister Conte vuole rinforzi, ma il gruppo Suning non vuole spendere

E' difficile fare calciomercato in tempi di pandemia e crisi. E pure il gruppo Suning sta attento

 

 

Vuole rinforzi mister Antonio Conte per la sua Inter eccessivamente (e il troppo non giova mai) Lukaku dipendente. Ma il gruppo Suning, vale a dire il gruppo cinese che possiede il team nerazzurro, per contenere i costi di gestione in questi tempi di crisi, non vuole spendere.

Ergo prima di acquistare bisogna vendere, in caso contrario Paredes,Papu Gomez ed Eder, difficilmente approderanno sulle sponde nerazzurre del Naviglio Meneghino. Ma comunque, dal cilindro magico del general manager Marotta, calciofilo esperto, capace e sorprendente potrebbero uscire e arrivare novità. Scommettiamo?

Le voci, rilanciate nei giorni scorsi dal quotidiano Il Corriere dello Sport, che vorrebbero l’Internazionale in vendita? Al momento quel che è certo è che tanto Zhang padre, quanto il figlio stanno cercando nuovi compagni d’avventura con portafoglio per alleggerire la spese di famiglia e, contemporaneamente, continuare a migliorare il sodalizio interista.

Intanto, il quotidiano Il Corriere della Sera, mentre la Gazzetta dello Sport ha smentito a viva voce le possibilità che l’Inter sia sul mercato in cerca di acquirenti, mercoledì scorso ha scritto di una sinergia, o meglio, di un pegno (leggasi affidamento di un ramo d’azienda) finanziario (tecnicamente secondo Suning trattasi di ordinario, normale accordo d’affari) esistente tra il brand proprietario dell’Inter e una società in orbita Alibaba, vale a dire il colosso di mister Ma, colui il quale, tempo fa, più di una volta fu accostato al Milan. Mah …

 

Stefano Mauri

 

 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button