Bar SportFocusMediaNewssocietà

Luciano Moggi: alla Juve manca un centrocampista in grado di dettare i tempi

L'ex direttore generale della Juventus ha parlato anche della nuova sentenza pro Napoli

 

Luciano Moggi, ex general manager della Juventus (ah … come manca alla Vecchia Signora Lucianone) ha parlato di attualità bianconera a Radio Bianconera, per poi postare il tutto sulla sua pagina Facebook. Ecco il suo post …

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Cose di Calcio’, l’ex dg della Juventus Luciano Moggi ha analizzato così la sconfitta della Juventus contro la Fiorentina: “Io dopo la partita di Parma dissi che bisognava stare attenti a fare proclami, a farci vedere una Juventus così bella aveva concorso molto la mediocrità dei giocatori del Parma. Questa Juventus tanto esaltata era completamente diversa da quella vista contro l’Atalanta, dove ha pareggiato e rischiava di perdere la partita. Avevo detto di aspettare la Fiorentina, sebbene non sia un’avversaria di cartello visto il campionato che sta facendo. Alla Juventus ci sono tanti giocatori forti fisicamente, ma manca qualcuno in grado di dettare i tempi. Pirlo che era un giocatore di qualità non avrebbe mai forgiato la squadra così. Sul primo gol Vlahovic ha potuto fare 30 metri palla al piede e segnare. Se non si critica non si aiuta la squadra”.
Su Juve-Napoli: “Io non avrei taciuto, con questa sentenza si autorizzano le squadre a trovare escamotage per non giocare le partite. A me non sarebbe andato bene e probabilmente è per questo motivo che sono stato fatto fuori, perché dicevo cose che nessuno voleva sentirsi dire”. 
Così parlò e postò sulla sua pagina Facebook Luciano Moggi, ex dirigente della Vecchia Signora che, beh a questa Juventus manca un pochino, no?
Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button