BusinessCronaca VeraESCLUSIVOFocusgossipMediaNewssocietà

Valentina Villani, ragazza immagine e modella: proposte strane? Basta dire no

C'è insomma chi sa dire di no e guarda al futuro dividendosi tra un lavoro normale e la moda

 

 

Bella, intelligente, luminosa, lungimirante, chiara, diretta  e … con la testa sulle spalle, la splendida cremasca Valentina Villani, oltre a lavorare nel mondo della moda come modella, indossatrice e ragazza immagine, è pure impiegata presso una grossa azienda di Crema (Ancorotti Cosmetics in provincia di Cremona, ndr) leader nel settore della cosmesi. E con lei, in questi giorni intensi di emergenza sanitaria causa Coronavirus, crisi economica e con l’eco ancora vivo di certe esagerate feste estive, alla presenza di modelle e ragazze immagine, a “Terrazza Sentimento” in quel di Milano, (la casa dell’imprenditore Genovese agli arresti con l’accusa di aver violentato una ragazza), ecco … per interpretare il momento abbiamo scambiato due parole.

Ci sono  ancora ambiguità, con annesse proposte altrettanto ambigue e proposte allusive a margine del fascinoso mondo della moda?

Sì, ma basta essere chiare, dirette, sicure e rispondere, ferme e a tono… no qualora arrivino proposte strane, in chiaroscuro e discutibili. Ho visto recentemente in televisione l’intervista alla ragazza immagine che partecipava a determinate serate con un telefonino nascosto nel reggiseno. Per carità ognuna può fare ciò che crede, ma … appunto basta dire di no ad appuntamenti strani e tutto finisce, non si pone il problema di nascondere telefoni, telecamerine e microfoni negli indumenti intimi.

Che 2020 è stato questo per voi modelle?

Abbiamo vissuto un anno stranissimo, cupo, brutto e triste senza passerelle. Per quanto mi riguarda ho fatto solo una sfilata lo scorso mese di febbraio, due giorni prima il cosiddetto caso del “Paziente Zero” di Codogno ammalato di Covid 19. Poi tutto si è fermato ed è cambiato il mondo.

Sei riuscita almeno a sfilare in streaming?

Sì il web aiuta, ma non è la stessa cosa indossare panni e vestiti da modella dinanzi a una telecamera in un luogo chiuso anziché su una passerella tra la gente, addetti ai lavori e giornalisti.

Cosa chiedi al 2021 finalmente alle porte?

Speriamo sia un’annata migliore con la Settimana della Moda a Milano, tra due mesi, apripista, protagonista del Risorgimento italiano. Sì… sarebbe bello ricominciare con le sfilate milanesi.

Miss Italia 2020 è Martina Sambucini ed è stato eletta, causa il maledetto virus, via internet…

Ed è un vero peccato perché i concorsi sono belli dal vivo. Quando partecipai anni fa alle selezioni del massimo concorso di bellezza italiano sfilammo addirittura tra le barche. E quelle sono emozioni che restano. Fosse dipeso da me avrei rinviato a tempi migliori Miss Italia.

Il tuo sogno nel cassetto?

Vorrei fare la presentatrice. E il mio modello è Michelle Hunziker professionista perfetta, meravigliosa e bravissima. Ah … nel 2018 partecipai a sfilate nell’ambito di eventi collaterali al Festival di Sanremo. Beh pure tornare a lavorare in terra sanremese in occasione del Festival della Canzone non mi dispiacerebbe.

Ti sono mai arrivate proposte serie per lavorare esclusivamente come indossatrice?

Qualcosina in passato si è mosso in tal senso, ma era tutto troppo effimero. Moda e passerella ti danno lavoro quando sei giovane. E poi? Ho sempre pensato al dopo, alla solidità economica, alla sicurezza, per questo ho un’occupazione normale in una costruttiva realtà attiva nella cosmesi, settore in evoluzione continua.

E’ vero che l’industria cosmetica soffre poiché le ragazze si truccano meno causa anche  la mascherina da indossare?

Indubbiamente avvertiamo una flessione, chi per esempio fa solo rossetti è in difficoltà, ma comunque pensiamo positivo e guardiamo avanti con ottimismo.

 

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button