Bar SportFocusNewssocietà

Alessandro Pizzoli: Il 4-4-2 e Bernardeschi laterale sinistro spunti interessanti per la Juve

Mister Pirlo? Sta trovando la quadra, ma diamogli tempo per la Juventus in ricambio generazionale

 

 

Ok il Cagliari allenato da Eusebio Di Francesco  non è il Real Madrid dei tempi d’oro, ma la Juventus contro l’equipe sarda ha vinto, grazie a due reti dell’Immenso Cristiano Ronaldo e, soprattutto, convinto. E pure nel match pareggiato a Roma con la Lazio, comunque, la Vecchia Signora aveva giocato bene, pur portando a casa soltanto un punto.

Per intuire a che punto è la notte, o il giorno, in casa bianconera abbuiamo chiesto il parere di Alessandro Pizzoli, talent scout, osservatore del Chelsea e calciofilo preparato, appassionato e capace.

<Il ricambio generazionale e tecnico sulle sponde juventine del Po è un processo avviato da tempo e, beh … prima o poi Andrea Pirlo troverà la quadra e il 4-4-2 è il modulo più semplice, equilibrato e immediato da utilizzare. Bernardeschi laterale sinistro può rivelarsi una buona idea, lo spunto azzeccato così come de Ligt e Demiral sono i difensori del futuro bianconero, un domani che è già iniziato dato che Bonucci, rappresenta  il passato, anche se considerando la lunghezza e l’intensità della stagione, vedrete tornerà ancora  certamente utile da qui a maggio. Chiellini? Difensore eccezionale, con lui e Barzagli dei tempi d’oro poteva giocare chiunque e non a caso Leonardo Bonucci è esploso con loro. Ma il tempo passa pure per il Chiello, monumentale, ottimo centrale difensivo toscano, ma la Juve ha appunto già in casa i difensori pronti da mandare in campo. Detto ciò aspettiamo a giudicare l’operato del debuttante mister Pirlo, diamogli giorni e la possibilità di lavorare>

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button