Bar Sportsocietà

L’Inter ha scelto miste Max Allegri, Conte è già il passato. E arriva pure Tonali

Marotta, deus ex machina nerazzurro avrebbe deciso il grande cambio tecnico

(continua dopo la pubblicità)

 

 

Quindi tanto tuonò che alla fine piovve sulle sponde nerazzurre dei Navigli Milanesi, laddove gli alti e bassi umorali di mister Antonio Conte, la sua ossessione per la vittoria e i suoi eccessivi sfoghi mediatici, alla fine, più del brutto Ko nella finale di Europa League, hanno provocato il clamoroso, ma non troppo: suggerito dallo stesso tecnico salentino, ma deciso dal deus ex machina Marotta, divorzio.

E adesso, al posto di Conte, come già avvenuto nel 2014 a Torino alla Juventus, sulla panchina interista arriverà Massimiliano Allegri, già pronto a rimettersi in gioco dopo l’anno sabbatico e … sul pezzo insieme al collaudato staff: Landucci vice, Trombetta e Dolcetti collaboratori tecnici, Folletti e Grani preparatori atletici.

Ah Conte riceverà una buonuscita dal Gruppo Suning e a quanto pare starebbe valutando proposte provenienti da squadre inglesi, ma non è da escludere possa fermarsi un momento per una pausa (lunga quanto?) sabbatica.

L’Inter ha inoltre trovato l’accordo col giovane centrocampista del Brescia Tonali, ma Allegri, insieme alla conferma di Sensi e Skriniar, avrebbe chiesto un colpo grosso a centrocampo. Allegri dovrebbe essere presentato ufficialmente entro giovedì prossimo, che … i tempi stringono.

 

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie