Bar SportFocussocietà

La Juve ha cercato Roberto Mancini, ma poi ha scelto Pirlo? Delneri al Brescia

E' vero che l'attuale Ct è stato attenzionato dalla Vecchia Signora? Ah ... il mercato

 

 

 

 

Il presidente della Juventus Andrea Agnelli, colui il quale mai è entrato in sintonia con l’ormai ex trainer bianconero Maurizio Sarri, prima di esonerare appunto lo stesso allenatore toscanocampano nonostante lo scudetto conquistato, ecco ha fatto una telefonata al commissario tecnico della nazionale azzurra Roberto Mancini. Motivo della chiamata?

Agnelli al Mancio avrebbe, condizionale d’obbligo, offerto la panchina juventina, ma il Bob nazionalpopolare ha chiesto tempo, quindi la Vecchia Signora ha pensato bene di promuovere Andrea Pirlo il, si spera, predestinato.

E Mancini? Mah proseguirà la sua avventura con la nazionale in vista degli Europei 2021, ma il Psg comunque lo starebbe tentando con una proposta particolarmente intrigante.

Gigi Delneri invece, ex condottiero tattico della prima Juventus di Agnelli, Marotta (oggi deus ex machina dell’Inter, un tempo general manager della Juve) e Paratici, dopo esperienze poco felici, fortissimamente voluto dal presidentissimo Cellino ripartirà invece dal Brescia, laddove riproverà subito a condurre l’equipe bresciana nella massima serie calcistica. Ah con Delneri, sul campo collaborerà, dato che il suo storico Francesco Conti vice è al Torino con coach Giampaolo, Stefano Lucchini calciofilo emergente ed ex responsabile tecnico della Primavera della Cremonese.

 

Stefano Mauri    

 

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button