Culturesocietà

PIACENZA: IL TEATRO IN MARCIA IN CERCA DI GRAZIA

 

In cammino dalla Val d’Aosta a Piazza del Vaticano, il direttore del teatro Trieste 34 di Piacenza, Filippo Arcelloni, apre il Teatro ad un nuovo percorso attraverso un sentiero antico: la Via Francigena. Progetto Gran Tour Francigena 2020

Scarpette da trekking, sacco a pelo, uno zaino da montagna e Filippo Arcelloni. Si partirà per la via Francigena con in spalla un grande sogno: Il teatro che cammina. Non é un’utopia ma la realtà che a Piacenza prende vita dalla Direzione del Teatrotrieste34,e dall’Ostello del Teatro e cerca sostenitori attraverso un’azione di crowfunding. Un’idea nata nella mente di Filippo durante il lockdown, camminando per le campagne del basso lodigiano in compagnia di pensieri e problemi senza soluzione, lontano dal suo Trieste34 chiuso e isolato a Piacenza. Un’idea che unisce due passioni, la passione per il cammino e la passione per il Teatro, che passa attraverso la valorizzazione dei territori attraversati e del valore dell’ospitalità, per la diffusione della cultura che approda alla cultura del teatro. È l’idea che per contrastare l’immobilità creata dal lockdown, e da ciò che ne è seguito, il Teatro deve “muoversi” non può stare fermo e aspettare che tutto passi, ma deve percorrere una nuova strada. Se la gente non può andare a teatro, il teatro deve andare in mezzo alla gente. Da qui prende piede, è proprio il caso di dirlo, il progetto Gran Tour Francigena 2020: Filippo Arcelloni direttore artistico di Teatro Trieste 34 partirà il primo di settembre dal Gran San Bernardo per un cammino che, nei quarantacinque giorni successivi lo vedrà incontrare e intervistare lungo la Via Francigena, in tappe definite, gli artisti che operano sui territori locali in occasioni di confronto pubblico e performance. Volete sapere cosa accadrà, fin dove si spingerà il teatro che cammina attraverso i piedi e l’idea di Filippo? Approderà a Piazza del Vaticano il quindici ottobre? Riuscirà a parlare con il Papa? E con il ministro Franceschini, se ancora toccherà a lui? Seguiteci e noi attraverso Fronte del Blog e La Stanza dei Racconti di Epikurea vi faremo viaggiare con lui e vi racconteremo questa avventurosa possibilità di divenire Pellegrini a sostegno del Teatro, portavoci di realtà culturali che arricchiscono il territorio. Metteremo in cammino idee arte e cultura e incontri. Tutto ciò come si sostiene? Molti comuni che vengono toccati da Filippo stanno aderendo alla richiesta di ospitalità per la richiesta di “ PERNOTTO PELLEGRINO” con tetto materasso, bagno e una cena, che sarà ricambiata con l’ospitalità dell’Ostello del Teatro qui a Piacenza. Ripartenza dunque anche attraverso l’economia di baratto si! Una campagna di crowfunding che ricompensa le donazioni con varie esperienze possibili lungo il percorso.

Noi stiamo andando a trovare Filippo per farvelo conoscere in video. Seguiteci nei prossimi giorni.

Simona  Tonini

Roberto Provenzano  Forti

Due parole su questo sito blank

Simona Tonini

Mi chiamo Simona Tonini sono nata a Piacenza il sette novembre millenovecentosettantatre e a Piacenza tuttora risiedo. Sono Responsabile di Epikurea Associazione di Promozione Sociale che si occupa di culturale e cura delle relazioni. Mi dedico alla Progettazione Sociale, a creare laboratori per bambini, a utilizzare la creatività come cura del sè e strumento di espressione delle proprie emozioni. Artista, Arteterapeuta Esperta di Intelligenza Emotiva, Facilitatore di GruppI A.M.A. e curiosa indagatrice dell'essere Umano meraviglioso e non, che tutti siamo.. Queste competenze mi hanno permesso di riconoscere in Me la volontà di creare un percorso di Gruppo @donneperledonne. Chi siamo Noi Donne? Abbiamo una Visone Comune? Portiamo avanti una Sorellanza? Cosa ci divide e ci Unisce? ci sosteniamo? Donne con cui affronto e mi confronto rispetto al temi importanti del quotidiano, della maternità e non, della relazione d'affetto, d'amore e intima con noi stesse, del confronto come crescita , dell'EMPOWER - MENTE FEMMINILE e tanto altro. LaSymo che è la signora che tengo nelle mani è Colei che mi permette di ricordarmi che la vita è anche Gioco .Questi i temi che toccherò con e per voi attraverso i fatti di cronaca , interviste alle donne,le loro storie e il mio pensiero,e non solo, che qui raccoglierò per cercare un sentire comune se c'è e provare a capire Il nostro Universo femminile Oggi.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button