Bar Sportsocietà

Silvano Usini: “Il ritorno sul ring di Mike Tyson ed Evander Holyfield? Una pagliacciata mediatica”

Silvano Usini, ex campionissimo di pugilato a senza filtri parla della boxe attuale

(continua dopo la pubblicità)

Mike Tyson ed Evander Holyfield torneranno a incontrarsi sul ring per il terzo incontro. Sembra il film Il grande match, con Robert De Niro e Sylvester Stallone. Ma sarà un incontro serio? Lo abbiamo chiesto ad un campionissimo della boxe italiana, Silvano Usini. Che non è stato tenerissimo…

 

 

Quindi Mike Tyson, esplosivo cinquantatreenne ed Evander Holyfield, cinquantasettenne sempre in forma, a distanza di ben 23 anni dall’epica, leggendaria, battaglia nella quale, “Iron Mike” (Tyson, ndr) morse a sangue l’orecchio del rivale, beh, per una clamorosa sfida tra … immortali, monumentali, pesi massimi, con incasso in beneficenza, potrebbero tornare prestissimo a sfidarsi sul ring.

Di questo e di pugilato, con Silvano Usini, altro ex campionissimo di boxe, volentieri abbiamo parlato.

blank

Che ne pensi di quello che … ecco, probabilmente si rivelerà il colossale big match della noble art mondiale?

Per carità, comprendo e applaudo la finalità benefica, ma fondamentalmente la ritengo una pagliacciata a consumo dei media. Show simili fanno casino, attirano i media, ma non servono alla boxe e non aiutano il movimento.

Ma non ti viene voglia anche a te di rimettere i guantoni?

Assolutamente no. C’è un tempo per tutto. E io ho già dato. E tale fisiologica regola, naturalmente, dovrebbe valere pure per Holyfield e Tyson.

Tre anni fa si mormorava di una tua eventuale partecipazione al reality show “L’isola dei Famosi”. Arrivasse oggi la telefonata saresti sempre dell’idea di partire?

(continua dopo la pubblicità)

Certamente sì. E aggiungo la seguente provocazione: oggi per diventare famoso è meglio fare spettacolo che darsi con sacrificio allo sport.

 

Il miglior boxeur italico contemporaneo è Daniele Scardina, il fidanzato della bellissima Diletta Leotta?

Scardina è innanzitutto un personaggio mediatico. E qui mi fermo.

 

 

I tempi d’oro di Silvano Usini

 

Il tuo amico, nonché ex collega di sport Vincenzo Gigliotti si è dedicato all’insegnamento della boxe. Non ti attrae questa prospettiva?

No anche perché non mi riconosco nel mondo pugilistico attuale. E non è nemmeno detto che uno che ha fatto pugilato a certi livelli, come il sottoscritto, si riveli un insegnante portato e incisivo. Enzo ci crede, non ha mai lasciato l’ambiente e insegna con passione e competenza. E fa bene a fare quello in cui crede.

(continua dopo la pubblicità)

Gigliotti allena Alessio Lorusso, potenziale campionissimo del ring. L’hai già visto all’opera?

Sì … i numeri Lorusso li ha, gli suggerisco di ascoltare bene gli insegnamenti di Vincenzo. Detto questo resto della mia idea: non vedo in giro tanta roba. Ai tempi miei e di Vincenzo Gigliotti era tutta un’altra musica, con tanti bravi musicisti all’opera. Sarà che il sistema, poco riconoscente e grigio proprio non mi entusiasma, ma … sulla piazza non vedo fenomeni. E il fatto che si continui a guardare indietro, al passato, vedi Tyson contro Holyfield, in fondo avvalora le mie tesi.   Nella fotografia, Silvano Usini indossa la maglietta benefica, anti Covid-19, ispirata al motto del DocRock d’Italia Maurizio Borghetti. Per acquistare la T Shirt, ecco l’indirizzo mail di riferimento: stefano@sportteamcrema.com   

Stefano Mauri

I nostri ebook blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie