societàSpettacolo

Coronavirus, Giacomo Poretti contagiato e guarito: “Non riuscivo nemmeno a svitare la moka”

Il dramma del comico: “Tantissima stanchezza, ma sono guarito”

Il comico del celebre trio Aldo, Giovanni e Giacomo parla della malattia contratta e da cui è guarito. E annuncia che il prossimo spettacolo teatrale sarà dedicato agli infermieri, il lavoro che svolgeva prima di fare l’attore. Si chiamerà… “Chiedimi se sono di turno”

 

Giacomo Poretti, il comico del celebre trio Aldo, Giovanni e Giacomo, è stato colpito dal coronavirus e solo ora che sta meglio ha deciso di raccontare come ha vissuto il suo periodo più terribile: “Tantissima stanchezza: un mattino non sono riuscito neppure a svitare la moka del caffè, per darti l’idea di come mi sono sentito”.

LA MALATTIA – Giacomo ne parla a Mario Calabresi sulla sua pagina “Altre storie”. Dice che la febbre è arrivata al ritorno dalla settimana bianca agli inizi di marzo, poco prima del lockdown. Non è stato il solo ad ammalarsi: anche la moglie Daniela è stata colpita dal virus: “Ma le donne reagiscono meglio, sono davvero sempre più forti di noi”.

CHIEDIMI SE SONO DI TURNO – Prima che il morbo lo costringesse a fermarsi, Giacomo era impegnatissimo: da una parte seguiva ancora l’uscita di “Odio l’estate”, l’ultimo film del trio, dall’altra la gestione del Teatro Oscar (che gestisce con Luca Doninelli e Gabriele Allevi) dove aveva allestito lo spettacolo “Chiedimi se sono di turno”.

DEDICATO AGLI INFERMIERI – Il titolo, che faceva evidentemente il verso al terzo e forse più riuscito film del trio “Chiedimi se sono felice”, era incentrato sui suoi undici anni da infermiere. Un tema che ora appare ancor più attuale: “Ripartiremo con un nuovo prologo dedicato a questa vicenda: perché io so che cosa possono avere passato”. Ci sarà anche una tournée negli ospedali: “Sarà un modo per stare vicino a tante donne e tanti uomini che hanno vissuto settimane intere in trincea, ad affrontare un nemico sconosciuto e a doversi occupare di persone malate che, oltre a questo, sono rimaste separate dai loro affetti”.

LA VIDEOINTERVISTA:

 

Da Oggi.it

Due parole su questo sito blank

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button