Bar Sportsocietà

Francesco Ghirelli, Lega Pro: “Inevitabile che il calcio riparta. Ma vedremo i protocolli” e le società della sua Lega calcistica si riuniranno il 7 maggio

Il futuro della serie C si deciderà presumibilmente giovedì 7 maggio, allorquando i club si riuniranno per l’assemblea della Lega, poi seguirà il consiglio federale.

 

Intanto, ripreso dal sito Tuttomercatoweb, il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli è intervenuto nei giorni scorsi su Toscana TV, nel corso della trasmissione 30° minuto, parlando della possibile ripartenza: “Se e quando il campionato riprenderà dipenderà dalla catena di comando, vedremo se ci saranno le condizioni per tornare in campo. Stiamo lavorando per risolvere la crisi, nei prossimi giorni illustreremo le nostre linee strategiche. È inevitabile che il calcio riparta, si parla del 18 maggio per gli allenamenti ma bisognerà capire se riusciremo ad applicare il protocollo sanitario redatto dalla commissione tecnico scientifica. Quando verrà chiarito questo punto bisognerà valutare se ci sono le condizioni per farlo. Il 7 maggio ci sarà l’assemblea dei club e poi il consiglio federale. Il protocollo va seguito rigorosamente perché il virus colpisce tutti in egual modo. Dobbiamo pensare a procrastinare il rientro in campo per far sì che il virus sia meno virulento e ci possa essere un miglioramento generale della situazione. Vogliamo che si torni in campo ma in condizioni di sicurezza, fermo restando che non avremo risolto definitivamente il problema fino a quando non ci sarà un vaccino”.

Ah … Ghirelli, in seguito “contestato”, smentito da tanti addetti ai lavori, in precedenza aveva addirittura abbozzato l’opzione, di decidere, laddove la graduatoria non era marcata e chiara, quale sodalizio dovesse salire in serie B attraverso un sorteggio. E in più riprese, raccogliendo gli input dei dirigenti dei suoi club, compresi quelli della Pergolettese, aveva lasciato intendere la volontà di fermare la serie C.

Ora invece l’esperto calciofilo pare possibilista sull’eventuale ripresa, ma si appella al protocollo che verrà.

L’impressione? Ne sapremo di più nei prossimi giorni, ma ricominciare, per la serie C sarà tutt’altro che semplice. Se non impossibile. Scommettiamo?

Due parole su questo sito blank

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button