Salutesocietà

Stefania Bonaldi, l’appello del sindaco di Crema: “State in casa in questi giorni di Pasqua”

Crema è tra le città tra le più martoriate dal Covid-19, ma troppa gente esce

Stefania Bonaldi, sindachessa di Crema, città tra le più colpite dal Covid-19 lancia un appello ai cremaschi. Nei giorni scorsi infatti, complice il tempo estivo e le festività pasquali in arrivo, troppa gente è uscita nel Granducato del Tortello…

Siamo ormai prossimi a Pasqua e si prospettano giornate quasi “estive”.
La tentazione di uscire, fare visita ai propri familiari, scambiarsi auguri di persona è forte, nessuno lo nega, ma non si può né deve fare.
Gli spiragli di questi giorni non devono trarci in inganno, sono il frutto della disciplina di due / tre settimane fa, non degli ultimi giorni in cui troppe persone hanno ripreso a muoversi, anche in città e nel Cremasco.
E, lo dico a malincuore, troppi anziani, troppi! 
Forse perché sono più tecnologici, forse perché erano già più abituati a sentirsi a distanza con gli amici, fatto sta che i giovani hanno capito molto di più e molto meglio la gravità della situazione e si stanno comportando con molta più responsabilità! Che lezione ci danno!
E non è “terrorismo” il mio appello, ma semplice realismo. I numeri non mentono e ci dicono che il nostro è un territorio fra i più bersagliati dal Covid-19. 
Vogliamo prenderne atto ed agire di conseguenza? Vogliamo capire che dietro ogni numero ci sono persone, famiglie, legami messi a durissima prova dal contagio? 
Da oggi, su indicazione forte della Prefettura, partirà una stretta sui controlli per evitare spostamenti ingiustificati e diffusione del contagio: questo l’indirizzo  è emerso a chiare lettere dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che si è tenuto lunedi, a cui abbiamo partecipato in videoconferenza sotto la direzione del Prefetto. Tutte le Forze dell’Ordine saranno coinvolte.
La linea sarà la tolleranza zero, in questo momento così delicato per la lotta al virus, ma è evidente che questa partita la vinceremo non con le minacce, non con il dispiegamento massiccio delle Forze dell’Ordine e non le multe salate. La vinceremo se ognuno farà responsabilmente la sua parte, con rispetto, senso civico e solidarietà e restando, ancora, a casa.
Confido in tutti noi!
Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank
Tag

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close