Bar SportMediaNewssocietà

Napoli: ma Sarri è davvero bravo oppure è tutto un bluff luccicante che abbaglia?

 

blank

 

Ora perdere con la Roma per carità ci sta ed è pure una cosa che … ecco può capitare. Forse che stona è il risultato, un 4 a 2 interno, vale a dire allo stadio San Paolo che magari suona un po’ troppo roboante, no?

Detto ciò le cose più rumorose che arrivano da Napule, indubbiamente sono le dichiarazioni, no… decisamente le pubbliche relazioni non rappresentano materia nela quale eccelle, rilasciate da mister Sarri.

Cosa ha detto il tecnico azzurro? Praticamente il pupillo di Sacchi, (l’Arrigo lo voleva al Milan) si è lasciato scappare che lo scudetto è un affare che riguarda soltanto la Vecchia Signora. Ebbene, sono questi i discorsi da fare a margine di una sconfitta della diretta rivale della Madama Bianconera  nella corsa al Triolore?

Francamente no, così come il condottiero tattico di un top club mai dovrebbe perdere tempo a disquisire di bilanci, orari, anticipi, posticipi, calendari o calciomercato. Che ne dite?

Ma allora questo Maurizio Sarri è un mister da top club, oppure è sostanzialmente un meraviglioso, travolgente, positivo, propositivo bluff (calcistico per cerità) luccicante che abbaglia senza illuminare.

Lo scopriremo vivendo, probabilmente Sarri è un bravissimo professionista abile a insegnare i fondamentali senza, però piazzare l’acuto vincente. Ma è davvero così?

Stefano Mauri

Due parole su questo sito blank
Tag

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close