Casazza ReportCronaca VeranoirRacconti

L’ ULTIMO AUTOBUS PER BERGAMO (prima parte)

Il racconto di Rino Casazza per Cronaca Vera. Il nostro autore in un thriller in due puntate comparso anche sul sito del noto settimanale

blank

 

Rincantucciata in un angolo della pensilina, Angela tiene  l’ombrello aperto a mo’ di scudo, per ripararsi dagli spruzzi d’ acqua sventagliati dalle raffiche di vento.

Alle ventitré e trenta, sotto quell’ incredibile diluvio, Piazza Castello è rivelata, a squarci, solo dai fari delle rare automobili che procedono lente nel nubifragio, e dalla luce livida delle saette.

– Vallo a sapere che si scatenava una bufera! – esclama Flavia, appiattita contro l’altro angolo, l’alta figura stretta nell’impermeabile con cappuccio.

Angela è parecchio agitata.

A quest’ora potevano essere al calduccio a casa di Rossana, dove avevano trascorso tutto il giorno a studiare.

Invece Flavia, sottovalutando il minaccioso oscurarsi del cielo, l’ aveva convinta a declinare l’invito a trattenersi anche per la notte.

Angela non riesce ad allontanare l’inquietudine nemmeno con la facile battuta che l’amica, una stangona di uno e ottanta, soprannominata malignamente “Lockness” per il volto disarmonico, d’una bruttezza quasi inguardabile, è la compagna ideale per uscire di notte con un tempo da lupi.

La colpa è sua: per impressionare le altre, se n’era uscita con quell’ infelice congettura sugli efferati delitti di Dalmine e Cavenago, finendo per rimanerne suggestionata.

Ma il fatto che i corpi delle due ragazze orrendamente trucidate a colpi di coltello siano stati rinvenuti vicino al casello autostradale, non autorizza affatto a sospettare che il maniaco omicida viaggi abitualmente sull’ Autostradale Milano-Bergamo.

O no?

Oh, basta.

Deve piantarla di interessarsi alla cronaca nera.  Soprattutto  lasciar perdere i particolari più macabri  ( quei due casi ne erano, ahimé!, pieni, per l’accanimento dell’ assassino nel colpire il viso e e gli attributi femminili delle vittime…), invece di soffermarvisi con morbosa curiosità…

 

(continua su Cronaca Vera)

Rino Casazza per Cronaca Vera

GLI ULTIMI LIBRI DI RINO CASAZZA:

[amazon_link asins=’B01N9HZBVJ,B073TQSSH4,B073TYGFG9,B01IARHSU4,B01LXCF6MT,B01N0F0I91′ template=’ProductCarousel’ store=’frodelblo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d437f828-9a23-11e7-8d8c-6701a70b0581′]

 

Due parole su questo sito blank

Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si è trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora al Teatro alla Scala Di Milano. Ha pubblicato un numero imprecisabile di racconti e 15 romanzi che svariano in tutti i filoni della narrativa di genere, tra cui diversi apocrifi in cui rivivono come protagonisti, in coppia, alcuni dei grandi detective della letteratura poliziesca. Il più recente è "Sherlock Holmes tra ladri e reverendi", uscito in edicola nella collana “I gialli di Crimen” e in ebook per Algama. In collaborazione con Daniele Cambiaso, ha pubblicato Nora una donna, Eclissi edizioni, 2015, La logica del burattinaio, Edizioni della Goccia, 2016, L’angelo di Caporetto, 2017, uscito in allegato al Giornale nella collana "Romanzi storici", e il libro per ragazzi Lara e il diario nascosto, Fratelli Frilli, 2018. Nel settembre 2021, è uscito "Apparizioni pericolose", edizioni Golem. In collaborazione con Fiorella Borin ha pubblicato tre racconti tra il noir e il giallo: Onore al Dio Sobek, Algama 2020, Il cuore della dark lady, 2020, e lo Smembratore dell'Adda, 2021, entrambi per Delos Digital Ne Il serial killer sbagliato, Algama, 2020 ha riproposto, con una soluzione alternativa a quella storica, il caso del "Mostro di Sarzana, mentre nel fantathriller Al tempo del Mostro, Algama 2020, ha raccontato quello del "Mostro di Firenze". A novembre 2020, è uscito, per Algama, il thriller Quelle notti sadiche.

Articoli correlati

Back to top button