gossipNewssocietàSpettacolo

“Vi racconto la vera vita di Suor Cristina”

(continua dopo la pubblicità)

 

suor cristina scucciaCanta il rock di Alicia Keys, prega Dio e vuol diffondere, con la musica, messaggi di pace. Cristina Scuccia, classe 1989, è una suora speciale. E grazie all’esibizione a The Voice of Italy, su Raidue, è senza dubbio la più ammirata donna di chiesa del momento. Ma non è la prima volta che un religioso buca lo schermo: “indimenticabile” la partecipazione a Sanremo, nell’82 e ’83, di frate Cionfoli. Cristina, però, ha una marcia in più, ha l’energia pura, la forza del ritmo e una voce da fare invidia a Diana Ross e Dionne Warwick.

LA CONCITTADINA- Ma chi c’è dietro quella tonaca da Orsolina? Ce lo raconta una sua concittadina, Letizia Nigita, 18 anni, esperta di informatica, che ha raccolto notizie e aneddoti sul personaggio che ha fatto balzare Comiso (Ragusa), paese natale di Cristina, agli onori della cronaca. La sister act siciliana «ha avuto un’infanzia e un’adolescenza normalissima, serena», spiega Nigita. La madre Lina Rizza e il padre Gino Scuccia (che frequentano assiduamente la parrocchia dei Santi Apostoli) sono stati, come ha sempre precisato la figliola-fenomeno, «due genitori esemplari» che hanno assecondato ogni sua aspirazione.

LA SCUOLA- «Così hanno accettato che frequentasse l’istituto tecnico per Ragionieri del centro ibleo», racconta Letizia, «e che trascorresse il tempo libero in parrocchia. Cristina infatti è sempre stata cristiana osservante e da piccola era chierichetta assieme a Lucio, che poi, alle Superiori, è diventato suo fidanzatino fino alla “chiamata” di Dio e dunque alla decisione di diventare figlia del Signore. Ma andiamo per ordine.

LE ORSOLINE- Come ci racconta Nigita, «Cristina viene scelta dalle suore Orsoline come protagonista di un musical dove interpreta una monaca: recita con trasporto e confessa di sentirsi a suo agio nei panni di una religiosa, ma il cambiamento deve ancora avvenire, sebbene Cristina inizi a porsi domande sul messaggio cristiano e sulla fede. Nel 2009 lascia il lavoro al call center e comincia il percorso religioso, partendo per il Brasile, dove rimane due anni per il noviziato».

I VOTI- Nel 2012 prende i voti nella chiesa di San Filippo Neri a Siracusa e l’anno successivo dirige, come responsabile, il Tlc, corso religioso della Diocesi di Ragusa. «Il fidanzamento con Lucio, suo primo e unico amore, nasce e termina alle scuole superiori, ma resta un’amicizia profonda e una forte stima reciproca. Quell’amore innocente rimarrà per sempre nei cuori dei due, anche se Lucio, coetaneo di Cristina, ha una nuova ragazza che sposerà presto», puntualizza Letizia.

IL TENTATIVO AD AMICI– Credo religioso e passione per musica e canto sono più forti di ogni altra cosa. Tanto che Cristina tenta di affermarsi nella trasmissione Amici di Maria De Filippi e poi, nel 2013, al Good New Festival trasmesso da TV 2000. «A 14 anni», precisa la suora-vocalist, «ho capito che non potevo fare a meno di cantare, intuendo che il canto non è solo tecnica ma emozione e sensibilità». Così prova esperienze di piano bar e karaoke in matrimoni e feste private e in ritrovi.

NOSTALGIA- Nostalgia di Lucio e della vita laica? «Non più di tanto», racconta Letizia Nigita, che della suorina sa praticamente tutto. «Lucio ormai per lei è semplicemente un carissimo amico e la vita religiosa è una missione. Suor Cristina si sente a pieno titolo una figlia di Dio. Anche se, com’è orami noto, le sue “armi” non sono soltanto il rosario e la preghiera, ma anche il microfono e il rock puro».

Mario Bruno per Vero

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie