Home / Rino Casazza (Pagina 6)

Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si é trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora a Milano. E’ da sempre un appassionato (come lettore, prima che come autore) della letteratura "di genere" in tutte le sue sfaccettature: giallo-noir, horror, fantascienza ecc. ecc. Altra sua grande passione sono il cinema, come testimonial la tesi di laurea sulla censura cinematografica, e il teatro, frequentato non solo come spettatore ma anche, in gioventù, come praticante dilettante. Il suo primo testo "letterario" è infatti la trasposizione teatrale della novella di Buzzati "Iago", di cui nel 1985 ha osato una regia. Ha pubblicato diversi thriller, tra cui "La logica del Burattinaio", scritto con Daniele Cambiaso ed edito da Algama, ispirato al serial killer bambino William Vizzardelli. Specializzato sui romanzi apocrifi sugli investigatori più noti di sempre, il suo ultimo giallo è "Sherlock Holmes, Padre Brown e l'ombra di Dracula"

La variabile umana di Bruno Oliviero: piove sempre sul bagnato

La conosciutissima legge di Morphy sull’inarrestabilità della sfortuna è sintetizzabile nel motto “everything that can go wrong will go wrong” (se qualcosa può andar male, lo farà) ma il concetto è espresso con altrettanta forza dalle massime autarchiche “piove sempre sul bagnato” o “le disgrazie non vengono mai sole”. Il protagonista del film …

Leggi di più

In the deep, 47 meter down di Johannes Roberts: dagli squali mi guardi Iddio

Nonostante “Jaws” di Steven Spielberg, con tutti i suoi seguiti ed imitazioni, abbia chiarito a sufficienza che con gli squali non si scherza, c’è sempre qualche temerario, nella vita reale come al cinema, che osa tentare un contatto ravvicinato con questi giganteschi pesci dalle affilate zanne assassine. Nel fresco uscito …

Leggi di più

The invitation di Karyn Kusama: la cena delle inquietudini

Di questo notevole film, un thriller che rimane sino alla fine in bilico se trasformarsi in horror, piace soprattutto l’ambientazione: le colline di Los Angeles d’inverno, quelle contrassegnate dalla scritta cubitale “hollywood”, un luogo di ricchezza e benessere, fatto di isolate, prestigiose residenze e strade con ampi saliscendi, percorse da …

Leggi di più

Equals, di Drake Doremus: come può uno scoglio arginare il mare?

  Chi non ricorda i versi che Mogol, nella canzone “Io vorrei, non vorrei…”, scritta su musica di Lucio Battisti, dedica all’inarrestabilità dell’amore: “come può uno scoglio arginare il mare/anche se non voglio torno già a volare”? Il succo del film “Equals” di Drake Doremus, fresco uscito nelle sale italiane, …

Leggi di più

The signal, di William Eubank: fantascientifico non significa irrazionale

C’è uno scrittore tedesco del 700 di letteratura fantastica, molto originale e moderno, che rappresenta la mia croce e delizia. Si tratta di Ernst Theodor Hoffman, autore di storie immaginifiche e affascinanti, prive tuttavia di un rigoroso filo logico, che non si preoccupano di rispettare le normali coordinate spazio-temporali della …

Leggi di più

“Mia madre” di Nanni Moretti: un film in cui si sente la mancanza di… Nanni Moretti

Nanni Moretti è pressappoco mio coetaneo e la sua carriera cinematografica mi ha accompagnato fin dalla prima giovinezza, a partire dagli esordi folgoranti di “Io sono un autarchico” e “Ecce bombo” (un gioiello ancora oggi).   Dichiaro subito, a scanso di equivoci, di essere suo estimatore , come pressappoco la …

Leggi di più

Una notte per sopravvivere, di Jaume Collet-Serra: i figli sono “piezz’ e core”

Cimentarsi nel thriller d’azione al giorno d’oggi è un azzardo. Sembrerebbe una contraddizione, visto che di tratta di un genere cinematografico di sicura presa sul pubblico, con consolidati effetti speciali (sparatorie, inseguimenti e quant’altro) e uno schema narrativo classico: l’eroe, o l’antieroe, che alla fine trionfa dopo mille rischiose peripezie. …

Leggi di più

La logica del Burattinaio, la storia del serial killer bambino: un estratto dal thriller

Solo su Fronte del Blog un nuovo estratto del thriller dell'estate: "La logica del Burattinaio", il romanzo edito da Algama sul copycat killer che vuol ripetere i delitti del più incredibile ed enigmatico degli assassini, William Vizzardelli, il serial killer bambino passato alla storia come il Mostro di Sarzana.

Leggi di più

“Fuga dallo Sparviero” e “Mens” di Luca Poggi: un esempio di buona “hard science-fiction” italiana

  È noto che negli ultimi dieci/quindici anni si sono affacciati alla ribalta parecchi talentuosi autori italiani di fantascienza , alcuni premiati anche con successi di vendite ragguardevoli (primo fra tutti Valerio Evangelisti con la sua saga dedicata all’inquisitore Eimerich e, da ultimo, Dario Tonani con il ciclo di Mondo …

Leggi di più

“Criminal” di Ariel Vromen: Balla-coi-lupi non può essere cattivo

Kevin Costner negli ultimi anni ci ha accompagnato (ed anche un po’ sfinito…) sui teleschermi italiani facendo comparsate negli spot di una marca di tonno, ma ne è uscito meglio di altri superdivi attratti dalle sirene della nostrana pubblicità. L’attore e regista californiano ha infatti dichiarato che i proventi di …

Leggi di più

Lo Spezia ha interrotto la “cinquina” del Grande Torino?

  Come tutti gli appassionati di calcio sanno, solo tre squadre nella storia del campionato italiano hanno fatto “cinquina”, ovvero conquistato cinque scudetti consecutivi: la Juventus (due volte, dal 1931 al 1935 e nelle ultime cinque competizioni), l’Inter dal 2005 al 2010  (Rino sta gongolando, N.d.Da.), e il Torino dal …

Leggi di più