Home / Rino Casazza

Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si é trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora a Milano. E’ da sempre un appassionato (come lettore, prima che come autore) della letteratura "di genere" in tutte le sue sfaccettature: giallo-noir, horror, fantascienza ecc. ecc. Altra sua grande passione sono il cinema, come testimonial la tesi di laurea sulla censura cinematografica, e il teatro, frequentato non solo come spettatore ma anche, in gioventù, come praticante dilettante. Il suo primo testo "letterario" è infatti la trasposizione teatrale della novella di Buzzati "Iago", di cui nel 1985 ha osato una regia. Oltre a numerosi romanzi brevi (tra cui quelli che hanno come protagonista il prete detective Don Patrizio Bruni) e racconti su pubblicazioni, riviste e collane varie, ha pubblicato cinque romanzi, tra cui, lo scorso giugno, il giallo Bergamo sottosopra, 0111 Edizioni. E a luglio il thriller, scritto con Daniele Cambiaso "La logica del Burattinaio", edito da Algama e ispirato al serial killer bambino William Vizzardelli

“Father Brown”, la serie televisiva della BBC e “I racconti di Padre Brown” della RAI a confronto

  Ho già raccontato di aver conosciuto il prete detective Padre Brown attraverso gli sceneggiati di Vittorio Cottafavi, andati in onda sulla TV pubblica italiana a cavallo tra la fine del 1970 e l’inizio del 1971 con il titolo “I racconti di Padre Brown”. La scoperta dei racconti di Chesterton …

Leggi di più

Capo d’imputazione: un retroscena sul suicidio di Hitler

  Eva si era appena afflosciata sullo schienale del divano con un singulto. Sullo scoppio dell’ennesima cannonata dell’Armata Rossa, Adolf Hitler portò alle labbra la capsula di cianuro, avvicinando la canna della luger alla bocca spalancata. In quel momento, la luce nello studio privato cambiò. Assunse una tonalità più luminosa, …

Leggi di più

Da non perdere: ALGAMA pubblicherà l’antologia dei finalisti alla Quinta edizione del PREMIO LETTERARIO “MIRELLA ARDY”!

Il racconto breve, che nella tradizione letteraria viene indicato col nome di “novella” (chi non ricorda le “Novelle per un anno” di Pirandello?), è un genere affascinante e difficile. Secondo molti scrittori, molto più complicato da maneggiare della narrativa lunga. Una buona novella, infatti, deve avere gli stessi requisiti di …

Leggi di più

Intervista a Laura Veroni: ben oltre i confini di Varese

Laura Veroni è insegnante di scuola secondaria a Varese, ma scordatevi subito lo stereotipo della professoressa di provincia, dotta, grigia e un po’ pedante: Laura è una persona esuberante e socievole, di grande curiosità e apertura mentale. In lei colpisce il sorriso, accattivante e radioso. E’ facile farsi travolgere dalla …

Leggi di più

La legge di Maldonado – Parte seconda

2)Facciate e sfaccettature “«L’investigatore non scopre il colpevole» fece Maldonado «semmai viceversa. »” (MIRCO MALSERA, Il delitto della camera aperta) I «Tranquillo: non ho intenzione di fare il Tenente Colombo. Non sarei all’altezza» s’affrettò a premettere Angelillo, non appena Soria gli aprì. Il premio Nobel non mutò d’un filo l’espressione …

Leggi di più

La legge di Maldonado – Parte prima

  1) Lettere e letterati “«Non cerco la verità. Fiuto la menzogna.» precisò Ángel Maldonado” (MIRCO MALSERA, Per nostra grandissima colpa) I «Ho dato uno sguardo veloce: niente libri del morto sugli scaffali» disse l’Ispettore Persio Pasotti. Il Vice Commissario Salvatore Angelillo distolse lo sguardo dal corpo riverso sulla scrivania per …

Leggi di più

Uno sguardo dentro la palla di vetro: “Storia di mio cugino”

Domani ci saranno le elezioni, ma io non voterò, anche se so cosa capita agli astensionisti. Credevo fossero dicerie, finché sei mesi fa mio cugino, per disattenzione, non ha votato. Prima , ritenevo che la partecipazione in massa alle elezioni non dipendesse dalle presunte conseguenze dell` astensione, ma dalla facilità …

Leggi di più

I ragazzi di Ponte Carrega di Maria Teresa Valle: Kay Scarpetta sotto la Lanterna

In principio fu miss Jane Marple di Aghata Christie (anzi, ad essere precisi, prima ancora fu la signorina Madeleine de Scudéry di T.A.Hoffman, su cui mi riprometto di tornare), splendidamente isolata in mezzo alla schiera dei colleghi uomini. In 176 anni di vita del genere giallo (se ne datiamo l’inizio …

Leggi di più

I delitti di Varese di Laura Veroni: due accattivanti investigatrici “politically incorrect”

“I delitti di Varese” di Laura Veroni, edito da Fratelli Frilli, giallo di provincia persino troppo radicato nella pur bellissima città lombarda, ha una trama così complessa e avvincente che è opportuno non soffermarvisi, lasciando al lettore il piacere di gustarla senza anticipazioni. Meritano invece una menzione speciale, nella vasta …

Leggi di più

Un interessante filone narrativo: la “fantaletteratura”.

Mi ha sempre appassionato la cosiddetta “ucronia”, sottogenere della fantascienza (ma potrebbe esserlo anche della narrativa storica…) che racconta cosa sarebbe accaduto se, ad un certo punto, gli eventi avessero preso un’altra piega. Un grande scrittore italiano, Guido Morselli, pubblicato solo postumo dopo che aveva collezionato dagli editori un rifiuto …

Leggi di più

“La sindone del Diavolo” di Giulio Leoni: la vita nuova di Dante Alighieri

Inizio questa recensione con un rammarico. E’ vero che non si può leggere tutto ( un exploit alla portata del solo Stepane Mallarmé, a prezzo di una smisurata malinconia…) ma è grave  che non abbia letto prima nessuno dei romanzi della serie,  iniziata nel 2000 con “Dante Alighieri e i …

Leggi di più

Black and Blue di Andrea Carlo Cappi: indigeno in terra straniera

Il motto “Straniero in casa propria” é  universalmente noto, non foss’altro perché corollario di quello evangelico “nemo propheta in patria”. Tuttavia, per il nuovo, originale personaggio creato dell’inesauribile fantasia  di Andrea Carlo Cappi,  Tony Black, protagonista del romanzo “Black and Blue”, edito in cartaceo da Cordero Editore, e presto anche …

Leggi di più

“L’illusionista” di Edoardo Montolli: nel labirinto senza filo di Arianna

“L’illusionista” ultimo romanzo della “triologia di Rho” di Edoardo Montolli, rappresenta, stilisticamente e narrativamente, il culmine della serie. I primi due romanzi, anch’essi notevoli, “Il boia” e “La ferocia del coniglio”, di recente riproposti in digitale da Algama, utilizzano la stessa formula, ovvero il mystery/ thriller costruito intorno a scabrosi …

Leggi di più

Le zanzare di Zanzibar di Giancarlo Narciso: il viaggio come filosofia

Giancarlo Narciso è un raffinato evocatore di “mondi lontanissimi”, come direbbe Battiato. Così, nonostante la forte cornice hard-boiled, le sue storie, ambientate in terre esotiche, orientali o sudamericane, ricordano forse più Chatwin che Chandler. Egli stesso giramondo, Narciso parla di cose che ha visto, ma le sue non sono “cartoline …

Leggi di più

Ancora sul “disturbo dissociativo dell’identità ” tra psichiatria e fiction

Il D.D.I. , “disturbo dissociativo dell’identità”, nel linguaggio corrente “personalità doppia”, è  un argomento che si ritrova in molti miei scritti narrativi, a partire dal racconto “Fauci di Belva” ( ne è stato anche tratto un cortometraggio omonimo disponibile in rete) riproposto un paio di mesi fa sul settimanale Stop. …

Leggi di più

Intrigo Italiano di Carlo Lucarelli: l’anoressia esistenziale del Commissario De Luca

Del personaggio più suggestivo di Carlo Lucarelli, il Commissario De Luca, colpisce soprattutto il suo “disturbo alimentare” che, come sempre in simili patologie, nasconde un rapporto difficile con il mondo. De Luca non mangia mai, al massimo pilucca, nonostante la fame lo perseguiti e il perdurante digiuno lo porti vicino …

Leggi di più

“Manhattan nocturne” di Brian DeCubellis: dentro il cuore di tenebra di New York

Manhattan è un un set cinematografico a cielo aperto. Non si contano più  i film ambientati sulla lingua di terra stretta tra l’Udson, l’East River e l’Harlem River, vera capitale degli Stati Uniti e, forse, dell’intero mondo occidentale. Ho detto Manhattan e non New York, perché quando si cita la …

Leggi di più

“Alle spalle del cielo” di Angelo Marenzana: poliziotti si cresce

Coniugare narrativa storica e poliziesca mantenendo in equilibrio i due generi è un’operazione affascinante quanto difficile. Angelo Marenzana va addirittura oltre, regalandoci un perfetto “giallo di provincia” (non provinciale!) utilizzando il grimaldello di un’indagine criminale per restituirci l’atmosfera della “sua” Alessandria, la meno piemontese delle città piemontesi. Lo so bene …

Leggi di più

Da Don Patrizio Bruni a Padre Brown, ovvero dall’imitazione all’originale

Ho incontrato Padre Brown  grazie ai telefilm della RAI (allora si chiamavano sceneggiati) che lo portarono alla ribalta  all’inizio degli anni 70. La trasposizione delle avventure del prete detective per il piccolo schermo, pur rispettando le brillanti trame poliziesche di Chesterton, e azzeccando la scelta dei protagonisti  ( Renato Rascel …

Leggi di più
Booking.com