Home / X files / “Ecco perchè la chiesa nasconde la verità sugli extraterrestri”

“Ecco perchè la chiesa nasconde la verità sugli extraterrestri”

Secondo Alfredo Lissoni i testi antichi racconterebbero tutta un’altra storia sulle origini della vita e dell’uomo. L’intervista esclusiva tratta dall’ebook di Manuel Montero FENOMENI PARANORMALI ITALIANI, edito da Algama

 

Alfredo Lissoni

 

Esce in ebook per Algama FENOMENI PARANORMALI ITALIANI, un ebook di Manuel Montero che ha raccolto in questi anni tantissime testimonianze dal mondo degli X-Files. In esclusiva su Fronte del Blog il racconto dell’ufologo Alfredo Lissoni al cronista.

Clicca sulla foto e vai all’ebook

 

di Manuel Montero

Tenetevi forte. Perché il sottotitolo del libro “Ufo: la Bibbia segreta” (Unoeditori) è già un cataclisma: “la verità che la Chiesa nasconde sulla presenza extraterrestre sul nostro pianeta”. Ma nemmeno dice tutto: si parla di testi antichi che documentavano la presenza degli alieni. Di testi sacri censurati per non far trapelare la verità. Di rapimenti ufo. Di ibridi umani-alieni, di ingegneria genetica sull’uomo, di dei e personaggi blibici che in realtà non erano dei. Una summa di tutto il moderno pensiero dell’ufologia più estrema, quella che si muove fuori dagli ambienti accademici. Ma che studi ne ha comunque fatti in abbondanza. Autore è infatti Alfredo Lissoni, uno dei più noti ufologi italiani, giornalista, autore di svariati programmi radio e tv sull’argomento. Soprattutto, docente di teologia: e parte proprio dai testi antichi per spiegare come e perché, in realtà, dalla storia di Adamo a quella di Gesù, tutto sia stato mistificato. Ci racconta dell’esistenza passata dei fantomatici giganti, del Vangelo di Giuda, degli apocrifi e ciò che non è mai stato trascritto. Per concludere con uno sconcertante piano di spartizione della Terra che i primi alieni sbarcati, gli Elohim, scambiati per dei, avrebbero messo a punto per dividersi l’umanità. Una lettura, comunque la pensiate, che prende dalla prima all’ultima pagina. Lissoni, fin da bambino si è appassionato al tema del mistero, in particolare quello che non trovava una spiegazione scientifica: dal paranormale alla criptozoologia (gli animali leggendari) fino alla moderna ufologia. Lo abbiamo incontrato per chiedergli delle sue originali teorie.

Il tuo ultimo libro sembra la sintesi di tutte le più dibattute teorie ufologiche, che partono dall’invasione degli Elohim e finiscono con i rapimenti alieni. Partiamo dall’inizio. A tuo giudizio la vera Bibbia è stata censurata in ogni modo e voleva raccontarci un’altra storia, quale?

«La Bibbia delle origini raccontava una storia ben diversa da quella attuale, che è stata manipolata in almeno ottantamila punti fondamentali del testo. Narrava di una stirpe aliena che aveva colonizzato il sistema solare ed aveva creato la vita sul pianeta Terra manipolando le scimmie. L’uomo, reso schiavo da una parte di questi visitatori, scambiati per divinità, si ribellò aizzato da alcuni di questi alieni, che non gradivano la servitù umana. Questa storia, presente in tutte le culture mediorientali e nei racconti sumeri e assiro-babilonesi ai quali l’Antico Testamento ha attinto, sono passati alla storia come il mito del diavolo tentatore. Ma in origine il termine che indicava l’artefice della ribellione dell’uomo, la parola nacash, poteva significare sia serpente che sapiente. Ed è assai più probabile che fosse un sapiente, ovvero uno scienziato extraterrestre, che non un rettile parlante che girava con in bocca una mela (per inciso, frutto sconosciuto all’epoca in Palestina), a liberare l’uomo dalla sua schiavitù. Tutto il resto dell’Antico Testamento è un susseguirsi di guerre tra le due fazioni di alieni: il diluvio universale, la distruzione di Gerico o della Torre di Babele o l’incendio di Sodoma e Gomorra. Altro che angeli e demoni, erano alieni che usavano la Terra come campo di battaglia. La prova? Le mura di Gerico ed i resti di Sodoma presentano tracce di vetrificazione tipiche delle bombe atomiche. Ma chi, migliaia di anni fa, possedeva una simile tecnologia, se non gli alieni?»

Se la vita è arrivata dai dischi volanti, perché non ne è rimasta alcuna traccia?

«Le tracce sono nel nostro DNA. Lo ha scoperto nel 1989 uno scienziato sovietico, che si è accorto che la struttura genetica dell’uomo è anteriore alla presenza della vita sulla Terra ma identica al DNA scoperto nelle comete. In altre parole, la vita viene dallo spazio. Secondo questo scienziato, che è stato “scomunicato” dalla comunità scientifica perché andava in urto con la Chiesa, la combinazione della doppia elica del DNA non è casuale ma artificiale, creata a tavolino in laboratorio. Dagli alieni. Il fatto che poi tutte le culture del mondo parlino di dèi creatori lascia intendere che non siamo di fronte a un mito ma ad un ricordo comune ancestrale e perduto».

Tu scrivi della possibile esistenza dei giganti, di cui si parla nella Bibbia. Ma neppure di loro si sono mai trovate prove scientifiche.

«Per la Bibbia i giganti erano i figli dell’incrocio tra le donne della Terra e gli alieni. Esistono molti ritrovamenti di ossa gigantesche, perlopiù delle gambe, sparse nei vari musei del mondo. Ma si tratta di scoperte “scomode” e si preferisce non parlarne o attibuirle ad improbabili dinosauri. Anche i giganti sono presenti nei racconti di tutte le culture del mondo, persino dei Nativi Americani prima di Colombo. Possibile che fossero solo storie?»

 

(Estratto dell’intervista ad Alfredo Lissoni dall’ebook FENOMENI PARANORMALI ITALIANI, edito da Algama) 

**

LA SCHEDA DELL’EBOOK “FENOMENI PARANORMALI ITALIANI”

Rapiti dagli alieni, incontri ravvicinati del terzo tipo, posseduti ed esorcismo, stregoneria, cacciatori di fantasmi e fantasmi presunti, stigmate e stati di premorte, antichi astronauti, viaggi nel tempo e leggende metropolitane diventate fatti di cronaca vera: un viaggio nell’Italia del paranormale, tra testimonianze di fatti inspiegabili e persone che raccontano storie ai confini della realtà, raccolte per anni da un cronista per i più noti settimanali nazionali. Senza mai perdere di vista la bussola indicata dalla scienza, il viaggio incontra anche studiosi che, per vita professionale, hanno tutti i crismi dell’attendibilità, ma che narrano vicende incredibili e portano alla riflessione nei Demoni di Fëdor Dostoevskij: «Amico mio, la verità autentica è sempre inverosimile».

***

Fenomeni Paranormali Italiani – SU TUTTI GLI STORE E QUI

Fenomeni Paranormali Italiani – PER KINDLE

Fenomeni Paranormali Italiani è anche su Playstore

Chi è L'enigmista

Incubi in Rete. Sono incubi che abbiamo avuto tutti. Qualcuno li sviluppa, qualcuno li cerca. Io ne scrivo. In fondo, l'incubo è l'altra metà del sogno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.