Home / Bar Sport / Esonerato “Piangerò” Rastelli, la forte Cremonese riparte col … Marco Baroni Bis

Esonerato “Piangerò” Rastelli, la forte Cremonese riparte col … Marco Baroni Bis

 

 

 

Fatale quindi fu la brutta, meritata sconfitta interna, dello scorso weekend, con la Bestia Nera Cittadella a “Piangerò” (le sconfitte? Mai un’autocritica, sempre colpa di fattori esterni) Rastelli, esonerato a inizio settimana.

Al suo posto, dopo aver vagliato varie opzioni (Prandelli, Iachini e Nicola), sfumate per motivi diversi tra loro, la Cremonese ha scelto di far tornare, a Cremona,  mister Marco Baroni vale a dire colui il quale, sulle cremonesi rive del Po già allenò, per poi essere licenziato dopo pochi mesi, nel 2010. Ma in questi nove anni abbondanti, il capace tecnico toscano è migliorato parecchio ed ha vinto a Torino (Primavera della Juventus) e Benevento.

Tra l’altro la sosta, dato che questo fine settimana non si giocherà per la cosiddetta “Pausa Nazionale”, casca a fagiolo: il neo allenatore potrà conoscere con calma il gruppo, forte, tosto e da playoff, grigio rosso.

L’ex coach Rastelli? Mah … forse mai è entrato al cento per cento negli ambiziosi ingranaggi grigiorossi, esibendo solo a tratti trame di gioco convincenti. E quest’anno, proprietà e dirigenza, considerati  i cospicui investimenti sostenuti, e non si escludono ulteriori ritocchi a gennaio, beh non potevano permettersi il lusso di sopportare a lungo le troppe pause agonistiche Rastelliane, no?

Marco Baroni

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.