Home / Delitti / Strage di Erba, la Cassazione ordina ai giudici di Como di fissare un’udienza sui nuovi reperti

Strage di Erba, la Cassazione ordina ai giudici di Como di fissare un’udienza sui nuovi reperti

La Suprema Corte riapre una vicenda che si trascina dal 2015, in cui ormai la gran parte dei reperti è stata distrutta in maniera illecita nel tribunale lariano. Decisiva la questione intercettazioni. Il legale di Olindo e Rosa: “Chiederemo un’udienza pubblica”

 

Da Oggi.it

 

La Cassazione ordina ai giudici di Como di fissare un’udienza per decidere sull’analisi dei reperti mai studiati della strage di Erba. Olindo Romano e Rosa Bazzi, dopo quattro anni che chiedono di discuterne, tornano così a sperare.

Spuntano nuovi reperti sulla strage di Erba. E l’avvocato Troiano parla ad Oggi: “Non ricordo”- GUARDA

IL PROVVEDIMENTO – Il tira e molla sull’analisi dei reperti dell’epoca va avanti infatti dal 2015, con un rimpallo di competenza tra i giudici di Como e Brescia. Prima i reperti dovevano essere studiati sotto forma di incidente probatorio. Poi, il 12 luglio 2018, la Suprema Corte aveva invece stabilito che si andasse avanti con la formula dell’accertamento tecnico irripetibile con avviso al pm. Ma poche ore prima della decisione, al tribunale di Como, incredibilmente, bruciavano gran parte degli oggetti all’ufficio corpi di reato, nonostante il parere contrario di due giudici.

VIDEO ESCLUSIVO/ Quando Mario Frigerio (dopo aver già riconosciuto Olindo) non ricordava nulla:

GLI SCATOLONI – I colpi di scena non erano finiti: spuntavano nel frattempo nuovi reperti sfuggiti all’inceneritore. Tra questi un plico con un cellulare misteriosamente ritrovato aperto senza verbale. Chi lo aveva fatto e perchè? Un altro scatolone era ritrovato a luglio, nell’opera di riordino dell’ufficio.

La delirante confessione di Rosa Bazzi, lo stralcio:

IL DINIEGO – Tre mesi prima, tuttavia, la Corte d’Assise aveva già respinto l’accertamento tecnico irripetibile ritenendo non fosse “vincolante per questo giudice dell’esecuzione, in quanto pronunciato in diverso procedimento definito dalla Corte d’Appello di Brescia”. Solo che la decisione era stata presa senza nemmeno fare un’udienza. All’opposizione della difesa, fatta sia a Como che in Cassazione, i giudici lariani si erano limitati ad attendere l’esito della Suprema Corte.

Strage di Erba, il misterioso uomo dal volto coperto – LA FOTO

Il grande abbaglio – controinchiesta sulla strage di Erba, VERSIONE AGGIORNATA:

Clicca sulla foto per andare alla scheda del libro

 

L’ORDINE – E ora gli Ermellini ordinano alla Corte d’Assise di fissare finalmente un’udienza. Cosa accadrà, in quest’estenuante vicenda tecnica, è presto per dirlo. Spiega a Oggi.it Fabio Schembri, legale storico della coppia insieme a Luisa Bordeaux e a Nico D’Ascola: «Chiederemo un’udienza pubblica, in modo che chiunque possa farsi un’idea su ciò che accade. In particolare, oltre ai reperti, vogliamo analizzare il server delle intercettazioni, alcune delle quali, forse cruciali, non sono in atti. Noi riteniamo che lì ci sia la prova dell’innocenza di Olindo e Rosa». Si tratta delle scoperte fatte dal nostro settimanale e portate all’attenzione del ministero della giustizia da Le Iene.

L’introduzione a Il grande abbaglio, VERSIONE AGGIORNATA – GUARDA

Tutti i video sulla strage di Erba nell’esclusiva playlist di Fronte del Blog – QUI

Tutti i post di Fronte del Blog sulla strage di Erba – QUI

GLI AUTORI DE IL GRANDE ABBAGLIO RACCONTANO LE LORO SCOPERTE A LE IENE – GUARDA

 

Chi è Fronte del Blog

Le news della Terza Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.