Home / Bar Sport / Lo strano caso dell’attaccante, juventino triste, Paolino Dybala? Dov’è la gioia?

Lo strano caso dell’attaccante, juventino triste, Paolino Dybala? Dov’è la gioia?

 

 

 

C’era una volta Dybala, centravanti atipico argentino che, giocando col sorriso (malinconico, ma sincero e … sorridente) su tutto il fronte d’attacco sapeva svariare, creare occasioni, segnare e … ispirare gol ai compagni.

Già c’era una volta o… c’è ancora il fu (almeno per ora) Dybala, colui il quale, dopo una fine d’estate rock (gol e assist) e un periodo estivo audace (tra scappatelle con la sensualaudace Ginevra Sozzi e il tira e molla con l’eterna storica, stanca fidanzata), ecco al sopraggiungere dell’autunno, misteriosamente dopo aver cappellato due rigori (li avesse realizzati oggi la Juve sarebbe capolista), si è perso?

Intanto nei giorni scorsi, il dirigente, ex calciatore e, soprattutto Bandiera Bianconera Nedved, al gioiello (che potenzialmente il giovane è un bel campione) dell’attacco di Madama non le ha mandate a dire, giustamente, suggerendoli di dedicarsi anima e corpo al football facendo vita da atleta. Cosa voleva dire il ministro degli esteri della Juventus Nadved a Dybala?

Lo scopriremo vivendo, nel frattempo vedremo se mister Allegri saprà recuperare, atleticamente, psicologicamente, tecnicamente e agonisticamente il fantasioso fantasista dell’Argentina qualificata al Mondiale alla faccia dell’Italia di Sventura che invece non ci sarà.

Già ma alla fine, il tecnico livornese (pare che con il sudamericano il rapporto non sia mai decollato) riuscirà a trasformare in un fuoriclasse decisivo una seconda punta particolare e spesso triste?

In quale modulo uno come Dybala può trovarsi maggiormente a suo agio?

Higuain gli fa troppa ombra? Il suo ciclo nella Juventus è già finito? Quando tornerà (ruolo che merita e deve fare intendiamoci) a incidere.

Palla al campo per i vari verdetti. No?

Stefano Mauri

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi