Home / Bar Sport / Cremonese: Mokulu stagione finita, ma Paulinho c’è segna e spunta … Denis

Cremonese: Mokulu stagione finita, ma Paulinho c’è segna e spunta … Denis

 

 

Peccato per Mokulu, dato che il grave infortunio (Tendine d’Achille rotto) patito lo scorso weekend, salvo miracoli, di fatto lo renderà inutilizzabile per ciò che resta da qui alla fine della stagione. Ma allacciate le cinture che il centravanti argentino ex Atalanta Denis sarebbe a un passo da mettere una bella firma su un contratto intrigante assai. Vi garba l’idea?

A questa pesantissima defezione fa tuttavia da contraltare il recupero (salvo offerte indecenti dal calciomercato?) del bomber Paulinho, vale a dire colui il quale, nell’ultimo turno di campionato, grazie a un guizzo ha regalato tre meritatissimi punti ai suoi compagni, a mister Attilio Tesser (sempre più “Quarta T di Cremona”) e, ovviamente, all’infuocata tifoseria grigiorossa, tifosi e pubblico per la cronaca da serie A che, per intenderci, squadre già di categoria superiore tipo Udinese e Chievo si sognano. No?

E venerdì, giorno di festa dedicato all’Immacolata, alle ore 12.30, la “Cremo” farà visita al Novara, laddove la favola splendida e luminosa di Tesser (cavalcata dalla Lega Pro alla serie A), anni fa, di fatto … iniziò e partì.

Può emulare la parabola luminosissima novarese questa frizzante, esuberante, sbarazzina Cremonese? Se son rose fioriranno a maggio, ma la strada intrapresa, fermo restando che occorre restare coi piedi ben piantati per terra, sembra quella … difficile, ma positiva. No?

Stefano Mauri

 

 

 

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Juventus: Andrea Agnelli via a Maggio se lo scudetto sfumerà? E Allegri?

        Allora, salvo colpi di scena, secondo Dagospia (sito molto sussurrato e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi