Home / Bar Sport / Auguri Juventus: ma il ciclo è finito davvero a Cardiff oppure … hai ancora fame?

Auguri Juventus: ma il ciclo è finito davvero a Cardiff oppure … hai ancora fame?

 

 

 

 

Allora sostiene qualcuno (bene informato, lungimirante, o semplicemente un pettegolo che tira ad indovinare?) che se… la Juve (auguri e 120 di questi anni) quest’anno ancora non riesce a sbranare, giocando bene per tutti i novanta minuti gli avversari, sostanzialmente dipende dal fatto che i bianconeri hanno la pancia piena e siano ormai giunti alla fine di un favoloso percorso calcistico.

Il ciclo epocale della Vecchia Signora è finito, malamente per giunta, in quel di Cardiff lo scorso giugno? Le troppe pause cui sono soggetti gli juventini rappresentano una resa, un segnale di smobilitazione inconscia ormai in fase avanzata? Lo scopriremo vivendo, ma l’impressione così, anche solo per vedere l’effetto che avrebbe potuto fare una svolta del genere, beh è quella che Agnelli e Marotta, dopo il Ko di Champions patito col Real Madrid avrebbero fatto bene a lanciare una vera e propria rivoluzione affidando la panchina a Simone Inzaghi o a Luciano Spalletti cambiando vari interpreti.Sì perché probabilmente, l’aver pensato di risolvere certi grattacapi tra Max Allegri e lo spogliatoio semplicemente allontanando Bonucci, ehm … alla lunga potrebbe non bastare, col rischio di trovarsi nel giugno 2018 con zero titoli in saccoccia e, soprattutto, con la rosa da rifondare dopo, praticamente, aver perso un anno.

Per carità, questa Juventus potenzialmente è ancora capace di tutto, ma urge trovare la quadra tattica e, in particolare, serve individuare un modulo e una rosa stabili per tornare a fare la partita almeno per 80 minuti e non solo per una mezzoretta abbondante. No?

Stefano Mauri

 

 

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Milan, Montella (per Gattuso) via solo in caso di disastro. A giugno tutto …su Conte

        Allora salvo disastri nel prossimo delicato match col Sassuolo, mister Montella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi