Home / Bar Sport / Neymar al Psg, Messi resta in Spagna e il Barcellona punta (anche) su Dybala

Neymar al Psg, Messi resta in Spagna e il Barcellona punta (anche) su Dybala

 

 

 

Ma siamo sicuri che il costosissimo brasiliano Neymar a Parigi, al servizio del Psg, ecco farà la differenza? Forte, l’ex attaccante della truppa blaugrana lo è, ma ora in Francia dovrà dimostrare soprattutto di essere Il Fuoriclasse in grado di risolvere le partite da solo.

L’impressione? Neymar (tramite una sponsorizzazione ad hoc si è pagato lui la clausola in pratica) ha fatto un affarone grazie ai quattrini versati da Al Khelaifi, così come farà affari d’oro, attraverso il marketing, il cassiere del top club parigino. Arriveranno anche le vittorie per la pseudo corazzata allenata da Emery? Mah… lo scopriremo vivendo, ma a pelle, per carità prontissimo a essere poi smentito dai fatti, Neymar non pare in grado di spostare da solo (rimane un capolavoro bisognoso di cornice ad hoc) equilibri. No?

Cosa succederà a Barcellona? Il post “Trocadéro” potrebbe chiamarsi Mbappè, sì il fortissimo francesino terribile del Monaco, jolly offensivo con ampissimi margini di miglioramento in grado, fin da adesso, di accendere la fantasia dei tifosi catalani, ma occorre vincere la concorrenza del Real Madrid, cioè degli storici rivali di sempre e la trattativa si annuncia complicata per non dire proibitiva.

Dunque Dybala (per 150 milioni di euro può lasciare Torino), il preferito di Messi (sempre più simbolo del Barcellona) rischia di fare la valige. E con gli euro incassati Madame acquisterebbe Keita, De Vrji, Cancelo, Milinkovic Savic, Pastore e Schick. Fantacalcio?

Già, ma perdonate una suggestione. Dato che Neymar in un eventuale terzetto d’attacco con Suarez (immenso) e udite, udite … Dybala sarebbe potuto risultare devastante, ecco, il Barcellona non poteva vendere al miglior offerente (per poi reinvestire nel talento francese i proventi) il più “avanti d’età” Messi? Mah

Stefano Mauri 

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

L’Olympiacos che aspetta la Juve in Champions è senza …. allenatore titolare

    Allora mister Hasi non è più l’allenatore dell’Olympiacos, al suo posto, provvisoriamente mercoledì …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi