Home / Bar Sport / Lo strano caso dell’eterno … promesso (e sempre sfumato) fenomeno Cassano

Lo strano caso dell’eterno … promesso (e sempre sfumato) fenomeno Cassano

 

 

 

Antonio Cassano? E’stato, è e (soprattutto) sarà l’eterna, incompiuta, fenomenale promessa del football internazionale. Dice un certo Batistuta, quindi non un Stefano Mauri qualsiasi, che quando ai bei tempi comuni giallorossi si allenava con il “ragazzaccio” (ma l’eterno fanciullo non è cattivo ed è una persona sincera, a suo modo vera e, grazie alla moglie Carolina… serena) di Bari Vecchia, nonostante la presenza sullo stesso rettangolo verde… udite, udite di Francesco Totti, beh non c’era uno forte, tecnico, fantasioso e calcisticamente interessante quanto appunto lo stesso Cassano.

Poi però, il buon Antonio si è fermato lì… raccogliendo praticamente nulla di quanto avrebbe potuto ottenere, secondo previsioni, all’alba della sua, luminosa … ahinoi rimasta a metà, carriera.

A tratti a Genova alla Sampdoria, qualcosina all’inizio nel Bari (Fascetti resta il suo miglior maestro), qualcosa a Roma e un pochettino al Milan: queste le tappe migliori nell’eterno pellegrinare nel e del pallone di Cassano da tempo ormai, vale a dire da almeno due anni, di fatto da considerare, causa mancanza di fiato, stimoli e voglia, un ex calciatore.

Ergo, ci sta che lui, dopo averci magari ripensato tante volte, alla fine abbia deciso di rispedire al mittente l’offerta dell’Hellas. Ciò che non ci doveva essere (forse) era l’offerta del Verona, dato che Antonio Cassano (nel suo breve, effimero passaggio veronese non ha legato con nessuno, manco con Pazzini) da anni giuoca da fermo. E chi si ferma e non contestualizza… è perduto. No?

Stefano Mauri

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

La Cremonese vola e sogna in grande e mister Tesser è la Quarta T di Cremona

      Non si vince in rimonta a Foggia se non si ha qualcosa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi