Home / Bar Sport / Juve prendi Milinkovic Savic e Thiago Silva o De Vrij, Bonucci? E’ il passato

Juve prendi Milinkovic Savic e Thiago Silva o De Vrij, Bonucci? E’ il passato

 

 

Allora detto che Bernardeschi, più di Douglas Costa è il giocatore che serviva alla Vecchia Signora e in particolare ad Allegri, ecco, se davvero vuole fare la voce grossa in Europa, la Juve deve fare ancora 4 sforzi, o meglio 4 colpi di mercato.

I nomi che servono?

I tre laziali Milinkovic Savic (o Emre Can del Liverpol), De Vrij (o in alternativa Thiago Silva del Psg o Savic dell’Atletico Madrid) e Keita (sempre che non rispunti l’opzione misteriosa Schick) risolverebbero tutti i problemi dei bianconeri. Ma trattare con Lotito, non dimentichiamo che il patron laziale non si piglia col general manager juventino Marotta, non è e non sarà semplice.

A Max Allegri servirebbe inoltre un laterale difensivo destro di livello e prospettiva europea, per intenderci uno del calibro di Cancelo (o di Vrsaljko dell’Atletico).

Solo inserendo altri 4 innesti, cedendo i vari Rincon, Lemina e uno tra Asamoah e Litchsteiner come eventuali contropartite la Juventus farà la voce grossa pure in Champions.

In Italia invece gli Allegri Boys restano i favoriti, Inter, Roma, Napoli e Milan permettendo, per la volata tricolore.

Bonucci al Milan regala velate frecciate ai suoi ex compagni?

Leonardo ormai è il passato e non è neppure tanto rimpianto nello spogliatoio. Soprattutto per questo Marotta e Paratici devono prendere un sostituto all’altezza, fermo restando che Benatia se la salute lo sosterrà è un top player. Dybala? Al Barcellona o al miglior offerente solo dietro il pagamento di oltre 110milioni di euro.

Stefano Mauri

 

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

La Juve corteggia il laziale Milinkovic Savic, Milan Donnarumma può restare

    Allora, in posizione defilata, ma non troppo, la Juventus starebbe corteggiando e seguendo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi