Home / Bar Sport / Mister Luciano Spalletti: dalla Roma all’Inter per …iniziare a vincere sul serio?

Mister Luciano Spalletti: dalla Roma all’Inter per …iniziare a vincere sul serio?

 

 

Ha salutato quindi la Capitale e, soprattutto la Roma mister Luciano Spalletti, allenatore capace, appassionato, bravo, preparato, elaborato, profondo, lungimirante, complicato, raffinato che … adesso, sulle sponde nerazzurre dei Navigli di Milano, finalmente avrà la ghiotta opportunità (lavorare all’ombra del Colosseo non è mai facile, tanto meno è semplice vincere da quelle parti, ndr) di provare a vincere qualcosa, sul serio e serenamente, in Italia con Lele Oriali come scudo e Sabatini in cabina di regia.

Il voto ai quasi due anni giallorossi di Spalletti? Lucianone si merita un bel 9 pieno: con questa Juventus infatti non è facile confrontarsi. Particolare non indifferente: solo contro tutti, con una proprietà lontana anni luce dalla realtà capitolina, alla guida dei Lupacchiotti romani, ecco Spalletti non ha fatto male, tutt’altro. Dite che l’affaire Totti andava gestito diversamente? Per carità potrebbe anche essere, ma in fondo l’allenatore sostanzialmente ha fatto il suo compito badando all’insieme. Chi ha latitato nella fattispecie è probabilmente la dirigenza. No?

Reduce dal secondo posto coi giallorossi (e chissà se tutti hanno remato nella medesima direzione?), all’Inter Spalletti si presenta con tanta buona volontà e tutti i presupposti per far bene. Se sono rose fioriranno poi nel mese di maggio 2018.

Stefano Mauri

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Juventus e Napoli: prove di forza e soprattutto di fuga, ma la Roma c’è

      Allora di misura, come vincono talvolta solo o soprattutto le grandi squadre, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi