Home / Bar Sport / Coraggio Juventus: con equilibrio e velocità, sì questo Real Madrid si può battere

Coraggio Juventus: con equilibrio e velocità, sì questo Real Madrid si può battere

 

 

 

Sono giorni intensi questi in casa Juventus. Sì, la voglia di Champions League, sulle sponde bianconere del Po è tanta, tantissima. E per tanti, o meglio, per audacissimi motivi.

Innanzitutto perché la Vecchia Signora d’Italia si merita la Coppa delle Grandi Orecchie più di questo Real Madrid Made in Zidane (allenatore sottovalutato o professionista sopravvalutato?) formato 2016 – 2017, poi perché una volta per tutte i grandi fantasmi del passato (Amburgo, Borussia, i rigori di Manchester contro il Milan) ecco vanno letteralmente mandati a quel paese, poi … sì serve vincere bene per indossare, così … trionfalmente e una volta per tutte la casacca dei giorni di festa che solo una grande affermazione internazionale sa e può dare. Dulcis in fundo, in caso di vittoria arriverà inevitabilmente il Triplete, e … dato che l’unica squadra italica ad aver conquistato questo record (scudetto, Coppa Italia e Champions) è l’Inter, bissando i nerazzurri… il conto aperto con Calciopoli, in un certo senso, quantomeno sarebbe se non saldato, quantomeno pareggiato. No?

E’ insomma L’Occasione, la grande opportunità juventina quella che è in cartello a Cardiff sabato prossimo 3 giugno 2017 e… con equilibrio, un pochino di sana follia e velocità d’azione, beh Higuain (pure lui in cerca di consacrazione europea ha l’occasionissima per zittire la bocca gali scettici) e soci possono e devono vincere.

E … considerando che le finalissime si vincono: avanti tutta Juventus a Cardiff si va per … vincere e, probabilmente, con questa formazione: Buffon, Barzagli, Alex Sandro, Pjanic, Bonucci, Cheillini, Khedira, Dan Alves, Dybala (Zidane lo teme), Mandzukic, Higuain. Allenatore: Max Allegri, pronto a restare indipendentemente dall’esito della finalissima in Galles e tecnico ormai nel gotha del football mondiale.

Stefano Mauri

 

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Il Milan vince, la Juve pure e … il commissario tecnico Ventura cerca il Mondiale

      Allora la notizia (clamorosa?) del weekend è il ritorno, con mister Montella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi