Home / Bar Sport / Inter torna il dirigente Oriali? Spalletti è in pole position per la panchina

Inter torna il dirigente Oriali? Spalletti è in pole position per la panchina

 

 

Detto che Conte difficilmente accetterà la panchina dell’Inter, sottolineato come probabilmente causa incompatibilità tra il suo manager Jorge Mendes e, il superconsulente di Suning Kia, l’attuale trainer del Monaco non arriverà a Milano sulla sponda nerazzurra dell’Inter, beh il favorito per sostituire Stefano Pioli (valigie pronte per la Fiorentina a Firenze) a questo punto pare proprio essere Luciano Spalletti il quale da gennaio ormai sta facendo di tutto per, udite… udite lasciare la Roma. Sarà davvero Spalletti l’erede di Pioli? Lucianone è in pole position, a breve in merito ne sapremo di più, così come capiremo se il team manager della nazionale azzurra Oriali lascerà l’Italia per tornare all’Internazionale Milano dove potrebbe affiancare il direttore sportivo (ma l’ultima voce su qualsiasi trattativa non è e mai sarà sua) Ausilio nello svolgimento delle proprie mansioni. Occhio infine all’opzione Maurizio Sarri, qualcosina in più di una tentazione audace.

A proposito, il ruolo di Kia (consulente più o meno ufficiale) a margine del team un tempo presieduto da Massimo Moratti (comandasse ancora il Massimo riporterebbe subito all’ovile Mancini), proprio come ha ostacolato l’arrivo di Mendes, in pratica impedirà nel breve periodo, salvo colpi di coda, il ritorno del Cholo Simeone (pure lui in orbita Mendes) sulla scena nerazzurra. Scommettiamo? Già ma Kia è solo il consigliere ufficioso del gruppo Suning, oppure ha un peso specifico maggiore, in definitiva, nell’economia sociale interista?

Stefano Mauri

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

L’Olympiacos che aspetta la Juve in Champions è senza …. allenatore titolare

    Allora mister Hasi non è più l’allenatore dell’Olympiacos, al suo posto, provvisoriamente mercoledì …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi