Home / Italia / Il dottore torna a scuola, per imparare a dialogare coi pazienti

Il dottore torna a scuola, per imparare a dialogare coi pazienti

 

Nasce a Milano la scuola di comunicazione in sanità 

di Carlo Maria Feltri

 

«E’ da ieri che cerchiamo di parlare con qualcuno per avere informazioni».

«Il dottore è stato gentile nello spiegarmi cos’ha mio marito, ma, sinceramente, non ho capito nulla».

«Qui non parla nessuno, l’infermiere dice di rivolgermi alla caposala, lei dice di cercare il medico, il dottore non si vede e…».

A chi non è capitato di aver sentito queste affermazioni da famigliari, amici o conoscenti vittime di problemi di salute?

Si chiama Scuola di Comunicazione in Sanità la prima risposta concreta per ridurre sempre più il divario comunicazionale che mette a disagio i pazienti e loro famigliari, ma anche tutto il personale sanitario.

L’idea, lanciata dall’Associazione Italiana Giornalismo Responsabile, di cui è presidente il giornalista Ettore Politi, è stata subito accolta dal presidente dell’Ordine provinciale dei Medici e degli odontoiatri di Milano, Roberto Carlo Rossi, il quale ha trovato ampia condivisione e collaborazione nell’Asst Rhodense, nelle persone del dott. Martino Trapani, direttore medico di presidio,  e del Direttore sanitario Roberto Bollina, nonché dall’Associazione di volontariato Lampada di Aladino.

L’Iniziativa lanciata dal collega Ettore Politi, ora portavoce della Scuola di Comunicazione in Sanità, è stata accolta positivamente dall’Assessore Regionale alla Sanità, Giulio Gallera, al quale non è certo sfuggita l’importanza che l’evento formativo avrà sia sui medici che sui loro pazienti.

Il ciclo delle 10 lezioni alla quali parteciperanno oltre 100 medici milanesi vedrà in cattedra magistrati, esperti di psicologia della comunicazione, dirigenti sanitari e docenti universitari.

Ognuna delle 10 tematiche affrontate terminerà con una proposta risolutiva da trasmettere agli organi competenti e verrà pubblicizzata alla stampa.

Ne scaturirà quindi una sorta di “Decalogo della buona sanità in pillole” ovvero 10 proposte per aggiornare, integrare, innovare il rapporto medico-paziente, migliorando l’immagine e la credibilità dell’istituzione sanitaria verso i cittadini, pazienti e non.

Il Decalogo della buona sanità in pillole verrà portato all’attenzione della Terza Commissione Sanità di Regione Lombardia, affinché valuti e prenda in considerazione le proposte che pervengono dalla scuola di formazione, sottoscritte da dieci e più esperti.

L’invio delle ‘10 pillole’ ai componenti della Commissione Sanità di Regione Lombardia ha l’obiettivo di far valutare dai membri dell’assemblea osservazioni, riflessioni, esigenze e proposte che pervengono loro direttamente dai medici.

A sua volta sarà così possibile attivare il virtuoso iter istituzionale che vedrà il coinvolgimento dell’Assessorato alla partita, nonché dell’intera giunta regionale, affinché possano essere recepite ‘piccole’  esigenze operative che potranno migliorare la vita quotidiana del rapporto medico-paziente.

“E’ sempre più impellente che il medico apprenda una comunicazione efficace a completamento dell’atto terapeutico – affermano i membri del comitato scientifico della Scuola. Per un medico infatti risulta particolarmente difficile semplificare non solo la terminologia utilizzata, ma soprattutto l’approccio squisitamente umano al paziente stesso.

Il che diventa ancora più complesso – aggiungono Bollina, Trapani e Politi – nel caso della comunicazione relativa ad esempio a malattie oncologiche o particolarmente gravi. Quello che ci attendiamo da questo corso è non solo di ottimizzare le relazioni con assistiti e famiglie e di aumentare la consapevolezza del paziente, migliorando anche il livello di soddisfazione e l’adesione ai percorsi terapeutici, ma anche di ridurre le controversie medico-legali e la medicina difensiva in generale, contribuendo a prevenire il logorio psico-fisico dei clinici a cui sono sempre più sottoposti”.

Una opportunità per tutti, dunque, verso quell’alleanza terapeutica tanto cercata dai pazienti, ma troppe volte disattesa.

 

 

PRESENTAZIONE SCUOLA DI COMUNICAZIONE IN SANITA’: CONFERENZA STAMPA 1° MARZO 2017 ORE 11,30 PRESSO LA SEDE DELL’ORDINE PROVINCIALE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DI MILANO, VIA LANZONE 31, MILANO. INIZIO LEZIONI: 15 MARZO PRESSO LA SALA CONFERENZE DELL’ASST RHODENSE VIALE EUROPA 250, RHO. 

Chi è Fronte del Blog

Le news della Terza Repubblica

Leggi anche

La cantina degli orrori: l’intervista integrale di Stop a Paolo Brera

Parla Paolo Brera, autore cult di noir e ideatore di una nuova collana di ebook: i racconti meno noti dei più famosi scrittori di sempre, tradotti e curati personalmente. Ossia "I racconti di Brera", cominciati su Sette, il magazine del Corriere della Sera e oggi in volume per Algama. Su Stop anche un suo romanzo breve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com