Home / Bar Sport / La Juventus a tutto … Max ora alza la voce anche in Champions League

La Juventus a tutto … Max ora alza la voce anche in Champions League

 

Innanzitutto, per dare a Max ciò che è di Massimiliano Allegri una premessa, soprattutto perché quando c’era, c’è e ci sarà da smuovere qualche appunto ci siamo stati, ci siamo e ci saremo.

Ecco ciò detto se la Juventus in Portogallo, nella tana del Porto (club non irresistibile, ma pur sempre ostico), col minimo sforzo ha vinto, essenzialmente il merito è proprio dell’allenatore (se ne andrà a giugno?) toscano il quale ha, oggi, i seguenti (tra gli altri) meriti (e aggiungiamo un pizzico positivo di fortuna): la tribuna di (è in vendita?) Bonucci (gesto da trainer con le palle, ma di rottura) non ha scosso l’ambiente, il modulo 4-2-3-1 ormai è nel Dna della Vecchia Signora e dà i suoi frutti, i cambi azzeccati (Pjaca e Dani Alves subentrarti si sono fatti notare subito) hanno … apportato una tonificante vittoria.

Può vincere la Champions questa Juve a … tutto Max? Lo scopriremo vivendo, ma certamente, a differenza di altre volte, beh la concorrenza non sembra irresistibile e, particolare non indifferente, l’equipe juventina oltre ad avere una rosa ampia, in chiave europea, condizionale d’obbligo, parrebbe più consapevole (concentratissima ma serena e con personalità) dei propri importanti mezzi.

Ora però testa alta, guardia altissima, occhi da tigre e guai a sottovalutare il ritorno col Porto sodalizio che nel match d’andata ci ha messo del suo nel complicarsi la vita. No?

Stefano Mauri

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

L’Olympiacos che aspetta la Juve in Champions è senza …. allenatore titolare

    Allora mister Hasi non è più l’allenatore dell’Olympiacos, al suo posto, provvisoriamente mercoledì …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi